Porta un amico, 15 giugno

L’è ona brutta giornata scura scura, El pioeuv a la roversa, el tira vent, E gh’hoo adoss ona tal regneccadura, Che no ghe troeuvi el cunt de fa nient ; Me senti on cert magon, e gh’hoo comè
Voeuja de piang, che soo nanch mì el perché.

L’è una brutta giornata. Ma brutta, brutta, brutta. Come Quando Fuori Piove e te stet giucà a poker all’apert e non hai neanche l’ombrèla. Brutta, brutta, brutta come quando fuori piov e il tram, a Milan, arriva minga e la pensilina l’è tutta rotta e il Malese con dudes ombrela in man te guardet ma cinq euro per un ombrèla l’è tropp. L’è ‘na brutta mattinata perchè piov e dopo che ti gha cumprà un’ombrèla dal Malese, comincia a tirar vent, ma vent, vent, vent che l’ombrèla nun te serv a nient. E hai un magone dentro per quei cinq euro. Cinq euro butà via e te set tutt bagnà istess. E piov chel buon Dio la manda e l’ombrèla rota dal vent e i 5 euro che hai voglia de piang e te sai perchè. Scrive l’amico Tommaso Grossi In morte di Carlo Porta e de la sua ombrèla. Carlo Porta nato il 15 giugno 1775 a Milano è considerato il maggior poeta milanese. Era la dodicesima porta di Milano dopo Porta Nuova, Garibaldi, Venezia, Ticinese, Sempione, Volta, Magenta, Vittoria, Lodovica, Vigentina e Porta Romana bella Porta Romana, Ci stan le ragazzine che te la danno, Ci stan le ragazzine che te la danno, Prima la buona sera e poi la mano.

Questa voce è stata pubblicata in almanacco, guido penzo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...