L’uovo di Colombo, il viaggiatore. 20 maggio

Cristoforo fu chiamato Colombo perché si sapeva che avrebbe viaggiato come un colombo viaggiatore o il colombo viaggiatore si chiama così in onore di Colombo il viaggiatore?

Cristoforo Cristòbal Colombo è stato, a cavallo tra il XV ed il XVI secolo ma anche in nave, uno dei più importanti navigatori ed esploratori della Repubblica di Genova. Il suo nome è associato alla Colombia, alla capitale dello Sri Lanka, ad un Tenente della polizia di Los Angeles e ad un Istituto Tecnico Statale per il Turismo di Roma che se Cristoforo Colombo non fosse esistito si sarebbe chiamato ITT Francesco Totti. Colombo è anche il nome di una specie di uovo con una estremità piatta in modo da poter rimanere seduto da solo. In suo onore il 12 ottobre si festeggia il Columbus day. E’ una ricorrenza per celebrare la giornata in cui Cristoforo Colombo, conduttore di 4 Continenti, il programma in cui il navigatore visita l’India, la Cina, l’America e l’Australia e dopo aver ribaltato la classifica con i suoi voti, torna ad annunciare la vittoria del miglior Continente dove mangiare barbecue ribbs. Marinaio fin da giovane, e tifoso sampdoriano, era convinto che esisteva una terra oltreoceano dove far festa ballando il boogie woogie e mangiando hot dog. Con questa motivazione si recò dai sovrani di Castiglia e di Aragona per chiedere un finanziamento ed un attestato reale che dimostrasse la sua maggior età per poter acquistare, nel nuovo mondo, alcolici anche al supermercato. Isabella di Castiglia, tifosa del Deportivo Mirandés squadra gemellata con la Sampdoria, si entusiasmo all’impresa con la promessa di non tornare in Spagna senza il disco di Bill Haley Rock around the clock. La Nina, la Pinta e la Santa Maria salparono alle 6 del mattino del 3 agosto 1492 da Palos. dopo varie settimane di navigazione, tra tentativi di ammutinamento e promesse di cheesburger menù gratis, la mattina del 12 ottobre le tre caravelle arrivarono su un’isola delle Bahamas. Gli spagnoli furono accolti con cortesia e gentilezza dagli abitanti locali che cercarono di offrire le loro ricchezze in cambio di palloni da calcio e magliette di Sergio Ramos, Alvaro Morata e di Cristiano Ronaldo anche se era portoghese. La sera del 27 ottobre le tre caravelle raggiunsero Cuba cercando di sbarcare nella Bay of the Pigs dove furono respinti dagli abitanti comandati dal capo indigeno Fidel Castro. La vacanza stava per finire e si avvicinava la data del rientro al lavoro a cui si poteva aggiungere qualche giorno di malattia. Cristoforo Colombo aveva portato con sé un poco di oro, sigari cubani, un menù per il take away ed alcuni papagalli per prendere le ordinazioni e ripeterle una volta tornato delle americhe. Al primo viaggio seguì un secondo, un terzo ed un quarto viaggio dove costeggiò l’Honduras, il Nicarague ed il Costa Rica. Successivamente scoprì un vero paradiso fiscale dove vigeva l’esenzione dalle imposte e dalla tassazione diretta che chiamo Isole Cayman. Tornato in Spagna morirà il 20 maggio 1506 con il rimpianto di aver sempre mangiato pizza, carbonara e bistecca alla milanese nei ristoranti italiani oltreoceano e di non aver mai assaggiato i piatti locali tipo: Pollo Tandoori, Naan all’aglio, Masala dosa e il curry di pesce.

Questa voce è stata pubblicata in almanacco, guido penzo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...