Archivi del mese: marzo 2016

Notte a piè pagina.

A volte ritornano, perché dimenticano. Avvolte rimangono perché non sanno. Rivolte scoppiano, a furor di popolo. Piccole rivolte dimenticate, rivoltelle da bambini, revolver da grandi. Gli anni di piombo, l’età del ferro, le stagioni del mocassino, il tempo delle castagne. … Continua a leggere

Pubblicato in freddezze, giochi di parole, guido penzo, humorismo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Poeta sarà tua sorella, la rivincita.

Vendo grilli per la testa a teste calde nullafacenti. Astenersi nulla Tenenti. Cerco l’estate tutto l’anno, piuttosto che lavorare. Da grande volevo aprire un ristorante, ma non ho mai imparato a cucinare. Poi volevo aprire una gioielleria ma è suonato … Continua a leggere

Pubblicato in freddezze, giochi di parole, guido penzo, humorismo | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Punto e a Capo Verde

Tra falce, martello e l’incudine, tra Cochi e Renato Rascel, tradire e lo strafare, tramonti e i marò, tra l’indice e l’anulare in medio stat virtus. Aut o aut? Testa o crocevia? Nel mezzo del cammin di nostra via a … Continua a leggere

Pubblicato in giochi di parole, guido penzo, humorismo, satira | Contrassegnato , , , | Lascia un commento