Non tutti i cuochi vengono per cuocere.

Non oso dove osano, non poso per una foto in posa, poso, poso ed ancora riposo. Apprendo l’abito dall’attaccapanni sporchi in famiglia, litigo col vicino da lontano, attacco briga sciolte al vento come le parole. Lo sanno che non so e sò che ne diranno di blu, di rosse, di gialle, di tutti i colori. Ma a me, a meno che, prendo le distanze, passo dopo passo, passo avanti, è il mio spasso e ripasso avanti e indietro e vantati che ti passo davanti. Guardati le spalle e le punte dei piedi mentre tre menti illuminate dalla luce del sole aspettano dove non oso, lo sò che lo sanno. Sà? No!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in giochi di parole, guido penzo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...