4

28/12/2010
ApPunto

E’ arrivato un bastimento carico
di lunari da sbarcare
 

E’ arrivato un bastimento carico di lunari. Lunari pesantissimi che gli scaricatori non riescono a sbarcare. Come sarebbero arrivati a fine mese? In bici? A piedi? Di fronte al porto, seduti su una banchina, due vecchi si erano fermati, stanchi di tirare avanti un’esistenza troppo pesante per la loro età che avanzava e loro dietro. Il tempo di prendere fiato da un venditore di aria fritta, di pensieri campati in aria, di parole farcite. Una volta era diverso, era gay. Dalle parti del porto partivano bastimenti carichi di materie primarie come la storia o la matematica, a conti fatti o da fare, bastimenti carichi di sogni accompagnati da emigranti in cerca di fortuna, bastimenti carichi di effe…farfalle? No. Fenicotteri rosa? No. Funzionari statali che senza di loro tutto si blocca? Folle di pazzi? Foschie come non si vedevano da tempo? Fanfare, fandire, fan baciare? No, no e poi no. Ma non è questo il punto, virgola. Il più anziano dei due, riconoscibile dall’età più avanzata rispetto alla sua posizione, guarda l’orizzonte. Cerca di scorgere il domani. Cerca di capire che tempo che fa. Chi sarà il prossimo ospite di Fazio, chi entrerà dalla porta, chi salterà dalla finestra, chi chicchirichì? Il secondo, a causa di un’esitazione alla nascita, fa lo gnorri. Lo fa così bene che i passanti diventano fermanti ad osservarlo. Gnorri così belli che potevano essere scambiati per originali. “Ma dove hai imparato?” gli chiedeva sempre il più anziano, ma lui non rispondeva e continuava a fare lo gnorri. Imperterrito. 

(continua, a richiesta)

Postato da: penzogi a 13:38 | link | commenti (3) |

Secondo me…

“Con la nascita di Gesù la vita dei produttori di carta da regalo è cambiata da così a così” (Guido Penzo©)

Postato da: penzogi a 11:06 | link | commenti (2) |

13/12/2010
Datato

  

“Fatti non foste a viver come bruti, un tocco di fard non ha mai ucciso nessuno.”

  (Alighieri / Penzo)

 

  NEL DUBBIO

Pan’ettone o Pand’oro?  

Pandoro o pan per focaccia? Uva passa o uva resta? Canditi o conditi? Mela o pera? Dolce o Gabbana? Dolce o nera? Zucchero o Pausini? Zero o Nessuno? Bianco o rosso? Bianconero? Babbo Natale o Mamma Befana? Crema o marmellata? Nudo e crudo? Crudo o cotto? Doccia libera o bagno occupato? La borsa o il marsupio? Dentro o sei fuori? Colbacco o senza bacco? Bongiorno o buona notte? Nord o sud? Amare o B monti? Col trucco o senza inganno? Acqua fresca o aria fritta? Utilitaria o inutile suv? Incognita o cotonata? Altoatesino o basso napoletano? Introverso o col risvolto? Analcolico biondo o ossigenato? Cane o gattò? Single o duplex? Mano aperta o Pugnochiuso? Calzino corto o calzone farcito? Pantalone o Balanzone? Terno secco o ambo umido? Cugini di campagna o Dino di città? Telecomando o teleobbedisco? Cowboy d’India o indiano d’America? Stella cadente o astro nascente? Superalcolico o Superman? Marina o carna montana? Alba o tra i monti? Un orso bipolare o un tic nervoso? Una rana pescatrice o un cinghiale cacciatore?

Postato da: penzogi a 14:37 | link | commenti |

03/12/2010
Idealismo

IL MIO PERSONAGGIO IDEALE

Notizie, sciocchezze, quisquilie e pinzillacchere

(Una storia quasi vera se non fosse inventata)

Il mio personaggio ideale non è figlio unico nè raro. E’ il quarto di tre fratelli maggiori ma non ancora maggiorenni. E’ il più piccolo in ordine alfabetico. Il mio personaggio ideale ha orecchio per la musica, palato per il cibo, occhio per occhio. E’ alto quanto basta ad avere un punto di vista personale, nè più nè meno. Il mio personaggio ideale quando è in compagnia tiene banco, quando è da solo il banco vola via. Il suo compagno di banco da grande vuole fare il paracadutista.

Il mio personaggio ideale ha molte idee ma non le da a vedere. Ha avuto un’infanzia difficile. Tre in matematica, cinque in disegno libero, cinque in itagliano (scontata) e tre meno meno meno in latino. Quella volta che la mamma (non è la mia mamma ideale), per consolarlo, gli ha detto che il latino era una lingua morta, ha pianto per tre giorni.

Il mio personaggio ideale scherza sempre con i santi perchè pensa che abbiano il senso dell’umorismo. Quando fa un viaggio spazio-temporale si ricorda sempre di prendere l’ombrello. Ha una certa propensione e una Fiat 600 (non viceversa). E’ scaltro fin da piccolo di statura, non ha nei, non ha parenti lontani. Quelli vicini ci litiga sempre alle assemblee condominiali. Una volta che non c’è andato ha poi litigato col vicino perchè non c’era andato.

Il mio personaggio ideale vorrebbe avere dei figli ma non sa dove comperarli. Quando l’edicolante gli ha detto che i figli non si comperano, ha chiesto con quale raccolta punti si vincono. Allora l’edicolante gli ha detto che i figli sono “pezzi ‘e core”. Da quel giorno ha cambiato edicola.

Il mio personaggio ideale ha una vita comune a tutti quelli che vivono nel suo stesso comune. Fuori dal comune ha solo il lavoro. Si alza la mattina e fa colazione al bar. Ogni tanto, ma non sempre, litiga con il barista perchè il caffè macchiato dovrebbe costare molto, molto meno del caffè pulito.

Il mio personaggio ideale la notte sogna d’essere vivo. Quando si sveglia prima della sveglia, va in bagno a fare pipì (sulla fiducia). Poi torna a letto ma non riesce a prendere sonno perchè non si ricorda più a che punto del sogno era.

Il mio personaggio ideale ama i fumetti. Da qualche mese chatta con Minnie (senza che Topolino lo sappia). Quello che non capisce è perchè Minnie gli ha detto che deve sempre allegare 300 euro all’e-mail per la risposta. Ne parlerà con Pippo, appena non gli fischieranno più le orecchie.

Il mio personaggio ideale viene male in foto, per questo ha già cambiato sette macchine fotografiche. Adesso ha comperato la digitale, ma non riesce a fare l’autoscatto. Le macchine moderne sono troppo veloci, pensa.

Il mio personaggio ideale ama il gelato col caldo e la panna ben cotta. Agli eventi preferisce i rimedi naturali, quando il latte scotta ci mette sopra il dentifricio. Quando va fuori a mangiare, invece, anche se la tavola è rotonda si mette sempre a capotavola.

Il mio personaggio ideale vorrebbe avere il dono dell’ubiquità, ma anche una cintura nuova andrebbe bene. Cravatte no, non le porta. Se vogliono vengono da sole. Meglio sole che pioggia. Quando gli chiedono se ha dei modelli di riferimento lui risponde quelli di Dolce & Gabbana. Anzi, precisa (perchè è un precisino), di Dolce perchè quelli di Gabbana gli vanno stretti.

Il mio personaggio ideale si diverte a guardare le comiche. Gianni e Pinotto sono la coppia che preferisce. Tra gli scrittori gli piace Bergonzoni, anche se dopo le prime pagine sa già come va a finire. Non capisce l’humor inglese, perchè non ha studiato le lingue straniere.

Il mio personaggio ideale è uno che vede lontano ma ha problemi con l’udito. Quando gli hanno chiesto se sente compassione lui ha chiesto se poteva parlare più forte. Quando gioca al solitario al computer e perde è convinto che lui imbroglia quando mescola le carte.

Il mio personaggio ideale è un convinto vegetariano, con un’unica eccezione: la carne.

Il mio personaggio ideale non sa ancora cosa farà da grande. Spera, a differenza di altri personaggi ideali, che venga alzata l’età pensionabile, per avere più tempo per decidere.

Il  mio compagno ideale non andrà in Purgatorio, non ne ha bisogno. Il paradiso può attendere e l’inferno lo prova tutti i giorni andando a lavoro. Lui ha un’idea perchè le code siano più corte: accorciare la tangenziale.

Il mio personaggio ideale ha in comune con me un due locali con cucina a vista. L’affitto è al 33 per cento. Con noi convive anche il suo personaggio ideale. Non sono geloso.

Postato da: penzogi a 20:33 | link | commenti |

02/12/2010
Antonio Stenelli, io non lo conoscevo bene.

“Vorrei metterci una pietra sopra…ma si muove”

Tutti hanno una frase con la quale vorrebbero essere ricordati ma questa sicuramente non è la frase con la quale vorrebbe essere ricordato Antonio  Stenelli. Ma è quella che ricordo io, a memoria, quella che ho trovato graffiata sul retrò di una seduta del 19. Ed anche l’unica di quel tram, ho controllato. Non so chi l’abbia scritta. Dubito l’abbia fatto lo Stenelli in persona (mai mi azzarderei a chiamarlo l’Antonio). Certo un ammiratore, magari passeggero, magari del 19.
Però, come si dice, dato che la curiosità è femmina, per soddisfare la curiosità di tutte le femmine, sono andato su Google. E l’ho cercato (come se qualcuno potesse vivere su quel pianeta). Ecco…
 

 Alla ricerca di Antonio Stenelli

Pubblicato da Alessandro Bonino venerdì 29 ottobre 2010

Io dei posteri ho una pessima opinione.

“Con immutata stima e amicizia” vuol dire che non c’è più niente da fare.

A me mi prendon spesso per moldavo perché anche d’inverno mi muovo sempre in bicicletta.

Da quando ho cominciato a scrivere ho cominciato a ingrassare.

Quando ho realizzato che ogni giorno incontro più automobili che persone mi sono spaventato.

Dicon tutti che gli scarafaggi, in caso di olocausto nucleare, sarebbero gli unici organismi a sopravvivere – io tutti gli scarafaggi che ho incontrato non ne è sopravvissuto neanche uno.

Dal libro ineffabile di Antonio Stenelli, Pensieri inediti e sorprendenti (EuroZona, 2006), del quale non c’è alcuna notizia se non che Gianfranco Mammi ne ha una copia, stampata dalla tipografia Sograf Srl di via V. Alvari 36, 00155 Roma e che le ricerche di Giovanni Sonego non sono ancora andate a buon fine. Ma non disperiamo.

Aggiornamento: la ricerca prosegue da Luca Tassinari.

Postato da: penzogi a 17:04 | link | commenti |

01/12/2010
Nel dubbio.

 

C’è chi ha i denti e non ha pane

c’è chi ha pane e non ha denti:

Posso avere un succo di frutta?

 

Postato da: penzogi a 14:26 | link | commenti |

30/11/2010
A volte nella nebbia, avvolte dalla nebbia, a discrezione (con molta).

Cerco Piteco tutto l’anno
e all’improvviso eccolo qua
che mi sbuca da una buca
nell’acqua.
 

Non mi piace viaggiare con la mente, perchè ogni volta che m’imbarco (o m’inaereo) me la perquisiscono in cerca d’idee rivoluzionarie. Preferisco per correre, veloce e mente, strade terrene. Camminare per vie desolanti, aggirare isolati o centrali, affacciarmi,  ma anche con tutto il corpo, da ponti sospesi per via di una bravata (ma se era una bravata, perchè sospendere?). Guardare vetrine allestite di tutto punto, punto e virgola, due punti vendita. Saltare oltre la siepe in un percorso ad ostacoli cercando d’arrivare primo degli altri. Mi piace infervorarmi ad ascoltare vivaci crocicchi in piazza, dove si possono incrociare, alla fermata immobili, i binari del tram. Osservare il viavieni e il viavai, in cerca d’un parcheggio per residenti. Pedalare su e giù, più giù che su pur di scansar fatiche, con lo sguardo rivolto, sia pur accondiscendente, alle finestre illuminate da lampadine a lunga durata. Se solo potessi indossare la maglia numero 14, passerei la vita davanti alla vita, in panchina, a volte volteggiandomi, a volte assaporando un buon libro condito a mio piacere. Vorrei essere presente anche se imperfetto, mai trapassato. Vorrei volare di palo in frasca, saltare a piedi pari, due per volta, sollevare obiezioni, abbassare i toni, dare ordini, ricevere non solo false. Vorrei dire pane al pane, divino al divino, Cesare a Cesare. Vorrei dire, senza temere smentita che “Nella botte piccola…c’è poco vino “. Magari, forse, non so ecc. anche buono, ma certamente poco. Ma domani è un altro giorno dì giorno ed un’altra notte di notte. Ognuno ha il suo tempo e il suo spazio, se piove: spazio-temporale. Mi appresto, a presto.
 

 

Caro Sello, quanto tempo è passato sotto i ponti dall’ultima volta che ti ho visto? (ex empio di domanda retròrica).
 

 

Postato da: penzogi a 15:29 | link | commenti |

29/11/2010
Cose a caso in casa.

“Ho capito che i ladri erano entrati anche nella stanza di mio figlio

 quando ho trovato tutto in ordine”. (Guido Penzo©) 

Postato da: penzogi a 15:53 | link | commenti |

24/11/2010
Aforismi? Modi di dire? Calembour? No, sabbiature!

C’E’ CHI SCRIVE: T’AMO,

SULLA SABBIA.

COSI’ HO SCRITTO

SULLA SABBIA.

POI, PENSANDOCI BENE, HO SCRITTO ANCHE

estate 2008 014 by you.

SULLA SABBIA.

IN CONCLUSIONE, SE C’E’ CHI SCRIVE T’AMO SULLA SABBIA,

IO HO SCRITTO

estate 2008 021 by you.

SULLA SABBIA. (Guido Penzo©)

Postato da: penzogi a 16:11 | link | commenti (3) |

La vedo buia e tempestosa.

 

“Ho capito che sarà un Natale particolarmente povero non tanto perchè mi ha scritto Babbo Natale specificandomi che regalo gli farebbe piacere ricevere, quanto per l’affrancatura della sua lettera che era a carico del destinatario”. (Guido Penzo)

Postato da: penzogi a 14:09 | link | commenti |

22/11/2010
Quando finisce un amore…

 

Il nome e il simbolo del Pdl sono in comproprietà con Fini.
Dopo la separazione, Berlusconi potra’ vederli solo i fine settimana
ed in presenza di un assistente sociale.

Postato da: penzogi a 13:13 | link | commenti (1) |

Comix week 2011

 

 

“L’impiegato modello deve decidersi: o impiegato o modello”

Postato da: penzogi a 10:13 | link | commenti |

20/11/2010
Con missione.

 

Commissione pari opportunita’ per le dispari. Commissione di vigilanza sull’operato dei vigili disattenti. Commissione per le addizioni a distanza dalla lavagna. Commissione di garanzia sulla data di scadenza. Commissione indipendente pro dipendenti. Commissione d’inchiesta sull’attendibilita’ delle tende canadesi, inglesi e/o tedesche. Commissione parlamentare per chi detta legge e chi la scrive. Commissione bilancio, lascio? 

 Cercasi committente che mi commissiona, a scelta.

Postato da: penzogi a 19:09 | link | commenti |

Adotta un papa’ a distanza.

File:Targa mc.jpg

“La serietà è apprezzabile soltanto nei fanciulli. Negli uomini saggi è il riflesso della rinuncia”   (Ennio Flaiano)

 

Postato da: penzogi a 18:24 | link | commenti |

16/11/2010
L’ultimo stadio.

 

Oltre 9 milioni di spettatori per Fazio – Saviano.E giocavano senza Cassano.

Postato da: penzogi a 16:06 | link | commenti (1) |

10/11/2010
L’ultima spenga la luce.
 
Noemi vuol querelare Ruby.Era minorenne per prima.

 

Postato da: penzogi a 15:40 | link | commenti |

09/11/2010
Anche il destinatario ha un suo destino.

 

Ieri una cartomante
voleva predirmi il futuro
con i tarocchi.

Possibile dico io,
che per una volta
che mi leggono le carte
debbano usare quelle
fatte in Cina?

 

Postato da: penzogi a 13:33 | link | commenti |

06/11/2010
Una cosa a caso…a casa.

“Anch’io ho un libro nel cassetto.

Ma non e’ il mio” (Guido Penzo©)
 

Postato da: penzogi a 15:09 | link | commenti |

05/11/2010
Un post a caso nel mondo.

Per saper leggere e scrivere e senza bisogno di fare le corna, mia moglie non vuole. 
 

Non ho titolo. Anzi, pensandoci e ripensandoci bene uno ce l’avrei. Lo metto tra virgolette e lo inizio con una maiuscola “Circumnavigazione d’incapace“. Mi e’ venuto pensando a Colombo, quel povero cristo di Cristoforo. Quello che e’ passato alla storia per l’uovo ed alla geografia per aver scoperto le Americhe. E dire che cercava le Indie. Che poi, a ben guardare, sempre d’indiani si trattava. Indiani passati alla storia per essere finiti in riserva ed a 250 chilometri dal distributore piu’ vicino, e passati all’educazione civica per aver inventato la fila per uno (che porta il loro nome). A proposito di navigazione in circum: Ma Gellano? Quello di Capo Horn, parente di Little Big Horn, dove il grande capo (capoccione) indiano Toro Seduto, ma non parente dell’attuale Toro Rosso, ha sconfitto il Generale, in particolare, Armstrong “Luis” Custer, e’ rimasto scottato vicino alla Terra del Fuoco (quella che giunge alla fine di terra, acqua, acqua, fuochino…fuoco)? Puntate! (S)Pari o Despar?
A monte: scalare una montagna e’ come scalare le marce? Se Maometto non va alla montagna e’ colpa dei prezzi alti (a valle sono piu’ bassi)? Se prendo due piccioni con una fava, quattro con due fave, sei…quanti impiccioni posso prendere con una raccolta di favole (non e’ la solita storia)? Se ho il favore delle tenebre, come posso ricambiare? I ricambi per auto si prendono quando, grazie a loro, arrivi a destinazione? Al contrario, quando devi andare al mittente? Posso fare un’ultima domanda? Fatta.
 

PS. Per diventare una bella Sagoma, cosa posso fare?

Postato da: penzogi a 13:39 | link | commenti (1) |

04/11/2010
Vietato sciare fuori dallo scibile.

Dopo averne bevuti 13 di fila, per esercitarmi,

finalmente ho imparato a leggere

i fondi del caffe’.

Nella mia tazzina c’era scritto: Lavami.  (Guido Penzo©)  

Postato da: penzogi a 15:20 | link | commenti |

03/11/2010
Nostalgia Chinaglia.

Senza l’invenzione della ruota non sarebbe mai esistito “Ok il prezzo e’ giusto”. (Guido Penzo)

 

Postato da: penzogi a 14:49 | link | commenti |

30/10/2010
Senza parole.

“Non condivido la tua opinione
ma lottero’ fino alla morte
affinche’ tu possa cambiarla”

Postato da: penzogi a 15:26 | link | commenti (1) |

27/10/2010
New’s.

FLASH NEWS A SPANNE

Sono quasi 5 milioni gli immigrati in Italia. Pensare che cercavano l’America.

“Caos rifiuti, e’ rischio epidemia”. C’e’ il rischio che la spazzatura possa diffondersi in tutta Italia.

Cherie Blair vende orologio dono di Berlusconi. La garanzia e’ contenuta nell’avviso. 

  Capezzone aggredito vicino sede Pdl a Roma. Di sicuro non e’ stata l’opera di un folle.

Salute: il cattivo sonno dipende da un gene. Il gene che abita sopra di me e che corre per la casa alle tre di notte.

Secondo alcuni studiosi la fine del mondo potrebbe essere rimandata. Non sara’ mica la fine del mondo.

Corruzione: Italia 66esima, dietro anche al Ruanda. Pur pagando!

Studiosi dell’università di Syracuse hanno stabilito: “Ci si innamora in un quinto di secondo”. Poi inizia a parlare e finisce tutto.

Addio al polpo Paul. E’ affogato.

Postato da: penzogi a 14:25 | link | commenti |

19/10/2010
 

 

Logo Festival della Creativita'

Firenze: un logo dove si puo’ giocare con la mente, dove c’e’ attivita’ crea (e vice versa), dove il passato si fonde e fila verso il futuro, dove i limiti sono infiniti, il triangolo no, il circolo forse, la retta via va a spasso con spassosi passanti. Cos stringi il cervello a pensarla diversa mente mentre attra versi poetici peripatetici o para siti o para fini. La sostanza non cambia. Res era e res tera’ tale e uguale. Tocca l’orizzontale con un dito, l’arco in un baleno tendi, metti la freccia, fai un salto, gira una volta ancora, apri il bagagliaio culturale, sfoggia il pollice verde, l’indice d’ascolto, il mignolo blu di Prussia (astro magiaro). Fare testamento (dire fare baciare: sara’ per un altra volta). Passo ma non ci saro’. Spasso.

Postato da: penzogi a 15:19 | link | commenti (1) |

16/10/2010
A me piace.

“Una volta ho visto una gara tra un bradipo ed una tartaruga.

Il primo che arrivava pagava da bere”          (Guido Penzo©)

Postato da: penzogi a 15:42 | link | commenti |

12/10/2010
Secondo me

“Una chitarra classica ha 6 corde.

Se ha 9 corde e’ una chitarra originale” (Guido Penzo©)

Postato da: penzogi a 17:48 | link | commenti (2) |

06/10/2010
Mo’ dididi re.

“NON E’ TUTTO UNTO CIO’ CHE LUCCICA”

Postato da: penzogi a 16:17 | link | commenti (1) |

01/10/2010
 

Contro o pro verbi?

Chi lascia la via vecchia per quella nuova usi il tom tom.

Chi rompe scappa.

Gallina che canta ha bevuto.

Il lupo perde il pelo, chi lo trova è suo.

Impara l’arte che domani interrogo.

La gatta frettolosa ha l’auto in doppia fila.

L’appetito vien alle 14.

Se non è zuppa, cameriereeeeee.

Tra moglie e marito scelgo la moglie

Chi trova un amico, qualcuno l’ha perso

Rosso di sera, indossa Valentino

Tanto tuonò che mi svegliai

 Bicchiere mezzo vuoto, acqua in bocca. 

Se son rose le avrai pagate tanto

Le bugie hanno il seno rifatto

 I soldi non fanno la felicità, la raccolta punti si

 A mali estremi Pronto Soccorso.

Batti il ferro, lui sa perchè.

Chi dice donna e chi asso piglia tutto.

 Chi va al mulino trova don Chisciotte 

Postato da: penzogi a 13:39 | link | commenti (5) |
proverbi

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...