35

22/05/2007
 

  

POESIA:

OH   LIA,

TU

CHE MI HAI PRESO IL CUOR

DIMMI

SENZA INDUGIAR

L’AVRAI MICA MESSO

TRA I PANNI DA LAVAR?

________________________________________

Dicono che io sia senza cuore, ma io un cuore ce l’ho…è che in questo momento non ricordo dove l’ho messo.

 

 

 

 

 

Postato da: penzogi a 16:29 | link | commenti (4) |
comix, copyright, guido penzo

 

  

Generazione blog:”…C’è BLU questo graffitaro che è un po’ che vedo i suoi lavori sui muri di Bologna. Mi piace molto, ieri ho beccato anche il suo sito con praticamente un mucchio di murales fatti in giro per il mondo.”

 

Postato da: penzogi a 15:01 | link | commenti (1) |

 

  

copertina M numero 0

M Periodico di filosofia da ridere e politica da piangere. Un'idea di Sergio Staino. Realizzato in collaborazione con Pizzino

 

Postato da: penzogi a 11:15 | link | commenti |

18/05/2007
 

  

continua

 

Se non avessi già scelto il mio pseudomonimo, avrei scelto Carlo Barcelllesi (con tre elle). Perchè Barcelllesi con tre elle? Io non ho mai chiesto a 007 perchè Bond e non Altiero o 322 o secondino segreto? A Prati perchè Pamela e non Papéra o Pierino? A Zagor perchè Zagor e non Rossi o Triplo Rhum? A Roma perchè non Iesi o Antrace? A monte: il pesce, quando ha sete, cosa beve? Ho comperato una bilancia vocale. Vocale nel senso che ti dice il peso a voce, utilizzando anche le consonanti e non solo le vocali. E’ una settimana che l’ho comperata ed è già diventata di casa, vuole mettere becco anche su quello che mangio. Con la scusa che la schiaccio, vuole mettermi a dieta, una dieta bilanciata. Pretende che mi pesi prima su un’altra bilancia (con l’ago della bilancia che indica il peso) e se, ma solo se, sono dimagrito allora posso salirci sopra. Ieri ci ho anche litigato, dice che devo mangiare meno carboidrati. Il culmine l’ha raggiunto quando mi ha spento la televisione dicendo che la vita sedentaria mi faceva ingrassare. Non ci ho visto più (urge visita oculistica), le ho urlato che s’era sbilanciata troppo e, dopo averla smontata con altre battute, l’ho unta tutta con l’olio della macchina da cucire: grassa sarai tu! Poi l’ho alzata di peso e l’ho gettata dalla finestra. Mai più una bilancia vocale in casa mia o, in alternativa, in casa dei vicini (che quando litigano si sente tutto)! Lo specchio parlante lo tengo ancora un poco, lui mi consiglia gli abbinamenti di colore, segue la moda al posto mio (io sono pigro), corteggia la modella in copertina di A. Uno specchio parlante è comodo anche quando ti devi addormentare perchè è tardi e devi svegliarti presto la mattina dopo o quando suona il telefono e vuoi farti negare. Una volta, c’era una volta, gli ho chiesto, per scherzo, chi era la più bella del reame? Siamo andati avanti per tre ore perchè non ci trovavamo d’accordo, lui diceva Lindsay Lohan, io Hayden Panettiere, lui Jessica Alba, io Luisa Serà, lui Charlize Theron, io no. Alla fine abbiamo concordato che queste non sono domande da fare. Venerdì, forse, vado a Torino. Non c’è stato verso di convincerlo del contrario. Quello che mi spaventa è che mi hanno detto che a Torino, o lì vicino (a Verona, provincia) c’è una piazza senza uscita. Vale anche per chi è straniero di certe cose? In un fazzoletto a due piazze ci si può soffiare il naso anche in tre (in tempi diversi)? Secondo il mio prossimo commercialista il supermercato si chiama così per i suoi superpoteri. Lui dice che quando entri lui ha il potere di farti uscire avendo acquistato anche quello che non ti serve. Per fortuna che io vado sempre con una lista e quello che non ho scritto il supermercato ha il potere di visualizzarmelo davanti. Il mercato sotto casa non ha questi poteri, per esempio non sono mai tornato a casa con 5 chili di vernice bianca che non mi servivano…non c’entra, ma: come si dice se io imbianco con un colore diverso dal bianco? Ho scoperto che questo è un blog autoreferenziale. Probabilmente lo abbandonerò in autostrada quest’estate. Che cosa? Non ho ancora deciso. Non è facile prendere una decisione, i pesci dipende. Per far contenta la mia parrocchia, così anche la mia città diventa ridente, ho partecipato ad una pesca benefica. Dopo aver speso tempo, 45 minuti, e denaro, 673 euro e 89 centesimi, avevo preso di tutto tranne che pesci: un vaso di terracotta, un chilo di pasta al dente, un divanoletto senza il letto, un libro di ricette del dottore, un passamontagna doublefacce, un salvadanaio a forma di nave in bottoglia, un termometro da cucina (per i cibi che si sono raffreddati), un salame dolce e uno salame-salame, un famoso autoritratto di uno sconosciuto, un lampadario da esterno, una pinza per pizza. Non avete idea di cosa la gente butta nei fiumi, solo i pescatori ce l’hanno. La prossima volta non mi fregano. Alla prossima pesca benefica mi presento con la rete a strascico, voglio vedere. Ci sono ancora in giro morose o sono diventate tutte fidanzate? Venendo al lavoro ascolto la musica. Lei è contenta così! Il post(er) qui sotto è solo un pro memoria pro me non pro di, miei. Sto invecchiando, l’ho capito dalla mia data di nascita. Si chiama data perchè non si ha possibilità di scelta. Una volta data è data!

 

 

Non ci sono più gli amici di una volta, adesso sono tutti cari. Gli affari vanno male o in montagna. Da quando porto le t-shirt non riesco più a barare a carte. Sapeste com’è difficile tirare fuori l’asso dalla manica corta. Così le carte si accumulano sul top del desk. Continua…

 

 

 

Postato da: penzogi a 11:42 | link | commenti (3) |

 

 

 

  

 

La verdad, toda la verdad y nada más que la verdad…

 

IO NON CONOSCO LO SPAGNOLO, MA NADA SI!

 

 

NADA

 

 

 

Postato da: penzogi a 11:07 | link | commenti (1) |

 

17/05/2007

 

 

 

  

 

io sono contro la caccia

 

CACCIA AL TESORO?

 

NO, GRAZIE!

 

Perchè sono contro ogni forma di violenza, fa male!

 

 

 

Postato da: penzogi a 13:47 | link | commenti (1) |

 

 

 

  

 

Per chi non prenderà il tram a Milano…

 

 Juke-Box Letterario 2007

 

Raffaele Ventura
Grandi figure della cristianità
genere biografie immaginarie

 

10 biografie per 10 fermate

 

… ALBRECHT WITTEMBERG,
CHE STAMPÒ BIBBIE PER GLI ANALFABETI
Nel 1550, in una taverna di Norimberga, Albrecht Wittemberg vinse a carte la proprietà di una stamperia. Il giovane, di grande intelletto ma totalmente analfabeta e senza il becco di un quattrino, pensò bene di stampare Bibbie composte da caratteri disposti casualmente, da vendere ad analfabeti come lui, che non si sarebbero mai resi conto dell’inganno. Grazie alle sue notevoli doti imprenditoriali, la cosiddetta Bibbia di Norimberga divenne il più grande successo editoriale del secolo. Nei primi anni del XVII secolo una copia di questa Bibbia capitò tra le mani di Jacob Böhme, che lungi dall’accorgersi dellaturlupinatura, tentò di decriptare il codice riuscendo a quanto pare a estrapolarne formule alchemiche e aforismi neoplatonici, nonché varie profezie (rivelatesi in seguito esatte), ricette di piatti tipici e ritornelli di canzoni popolari; ma assolutamente nulla che avesse a che vedere con i Vangeli. Oltre due secoli dopo, Friederich Schleiermacher dimostrò che era in effetti possibile ottenere l’anagramma della parabola del figliol prodigo, ma senza le “e”. Alfred Jarry addusse ciò a prova dell’esistenza di Dio, sebbene fosse ateo.

 

 

Postato da: penzogi a 13:16 | link | commenti (3) |

 

detti

 

  

 

Non dite che non ve l’avevo detto:

 

“Ho lanciato il sasso ed ho nascosto la mano,

 

ma non ricordo dove.” (Guido Penzo©)

 

 

 

Postato da: penzogi a 10:47 | link | commenti (2) |
comix, copyright, guido penzo

 

16/05/2007

 

 

 

  

 

 

 

Verbale di 200 euro per la rappresentazione in via Dante
Multa all’arte di strada.
Contravvenzione a «Le vene del mondo»: occupazione abusiva di suolo pubblico.

 

 

 

Saranno state anche le vene del mondo, la circolazione capillare del pianeta immaginato come un sistema arterioso che scambia fluidi ed energia, ma il vigile che ieri passava in Largo Cairoli non ha voluto sentire ragioni: opera d’arte o meno quella era occupazione abusiva di suolo pubblico. Duecento euro di multa e l’ordine di sgombrare in tempi brevi il marciapiede di via Dante dalle «vene» di ceramica. Tempi duri per i giovani artisti milanesi. Hanno provato a spiegare che non si poteva interrompere così un’happening irresistibile, che le «vene» erano sbucate dalla terra, che c’era pronto un nucleo di intervento rapido (lo stesso artista e i suoi amici vestiti con tuta bianca e maschera antigas), che il mondo era ammalato e c’era bisogno di una diagnosi, che la prognosi si poteva sciogliere solo dopo le 18. Il ghisa, insensibile all’estetica contemporanea, si è limitato a chiedere permessi e autorizzazioni. Non c’erano. O almeno c’erano solo in parte e ha redatto il suo verbale. Prima la multa e poi lo sgombero.

 

…IL VIGILE NON ERA IN VENA!

 

I

 

 
I vigili si preoccupano sempre dei problemi di circolazione.
 

D’altronde le arterie urbane son di loro competenza.

 

 

 

 

Postato da: penzogi a 15:17 | link | commenti (3) |

 

 

 

  

 

da Georgiamada:

 

La Poesia visiva in lutto
Giuseppe Chiari 1926-2007
Luciano Ori 1927-2007

              Opera di Luciano Ori                                      decisions, di Chiari, per ingrandire cliccare QUI

 

La poesia visiva in lutto, sono morti nel giro di pochi giorni a Firenze, Luciano Ori il 26 aprile e Giuseppe Chiari il 9 maggio. Qui è possibile ascoltarne un  intervento di Chiari. 

 

 

 

Postato da: penzogi a 14:57 | link | commenti |

 

il camaleone

 

  

 

“Chi nasce orso, non muore camaleonte.

 

Viceversa, forse.”

 

 

 

Nella foto di Deca un camaleonema, QUI.

 

 

 

Postato da: penzogi a 09:34 | link | commenti |
comix, copyright, guido penzo

 

15/05/2007

 

 

 

  

 

“Giustifico tutto tranne le assenze”

 

se non è Strega sarà Stregone…tra le righe.

 

 

 

 

 

La classifica

 

Care amiche e cari amici,
siamo lieti di presentare la classifica della II edizione del Premio nazionale del Salotto Letterario di Scrittura Comica “SoRidere”, naturalmente ringraziamo tutti gli autori che hanno scelto di partecipare e…. complimenti!!

 

Le prime cinque opere selezionate (in ordine casuale e non di classifica):

 

Sale signore? di Norberto Sabatini – Ribolla GR
IL MIO PERSONAGGIO IDEALE di Guido Penzo –
CONTROFINALE di Pierpaolo Buzza – Torino
Antonio e Eleonora di Caterina Panetta – Formello RM
IDENTITÀ È UN SOSTANTIVO FEMMINILE di Doriana Bruni – Torino

 

opere dalla 6 alla 20 selezionate (in ordine casuale e non di classifica):

 

Telequizzes di Paolo Marchiori – Biella
Maledetto ascensore di Raffaele Neri – Palermo
MONOLOGO ALLO SPECCHIO di Stefania Marello – Nichelino
Cupido di Borghi Stefano – Milano
Il tavolino di Sabina De Mori – Torino
“Io, tu e le mucche” di Vanessa Navicelli – Vico Barone
DE NOMINIBUS. di Massimo Gregori Grgic – Crespina
Grazie tante, Dante. di Paolo Rodriguez – Rimini
SQUISY E TENEREZZE di Gisella Catalano – Lanzo Torinese
“SINDROME” di Maria Carfanio – Covo
Scientificamente pirla di Ettore Mariano – Monza
Quattro funerali e un matrimonio di Pietro Saitta – Moncalieri
UNA QUESTIONE DI PAROLE di Giuseppina Ranalli – Candiolo TO
MIRACOLO A MILANO di Martino Consoli – Milano
“La forma perfetta” di Eliana Leoni – Nuoro

 

GIURIA:
Franco Cannavò Direttore Editoriale del giornale umoristico LA TAMPA (inserto di Torino cronaca) www.latampa.it/biografia.htm
Rino Cerritelli Direttore Artistico dell’Accademia Nazionale del Comico www.accademiadelcomico.it
Marco Carena Cantautore e cabarettista www.marcocarena.it
Guido Catalano Poeta Cabarettista www.guidocatalano.it www.sbronziallalba.it
Giorgio Zamariola umorista Autore della Rassegna torinese “Serotonina Cabaret” http://xoomer.alice.it/gzbox1/
Luca Panzarella Direttore tecnico del Salotto letterario
Daria D’Angelo scrittrice giornalista.

 

1° CLASSIFICATO:

 

IL MIO PERSONAGGIO IDEALE di Guido Penzo

 

 

 

Postato da: penzogi a 14:58 | link | commenti (4) |

 

12/05/2007

 

oroscopo

 

  

 

 

 

“LA TUA AUTOSTIMA E’ AUMENTATA DA QUANDO

 

HAI SMESSO DI LEGGERE L’OROSCOPO

 

ED HAI COMINCIATO A SCRIVERTELO”. (Guido Penzo©)

 

 

 

Postato da: penzogi a 12:00 | link | commenti (3) |
comix, copyright, guido penzo

 

10/05/2007

 

 

 

  

 

Modi di dire dei modi

 

Una domanda al giorno anche di notte:

 

“La carne è debole…vale anche per i vegetariani?” (Guido Penzo©)

 

in allegato:

 

“Da domani, nel mio Comune, si farà la raccolta differenziata dei rifiuti. Finalmente saprò dove gettare tutti i NO che mi dicono” (Guido Penzo©)

 

 

 

Postato da: penzogi a 18:11 | link | commenti (4) |
comix, copyright, guido penzo

 

Pronti?

 

  

 

Modi di dire dei modi.

 

“La falsa partenza si riconosce perchè l’originale è ancora fermo sui blocchi.” (Guido Penzo©)

 

L’ho copiata da un mio commento in un insolito post.

 

 

 

Postato da: penzogi a 13:34 | link | commenti |
comix, copyright, guido penzo

 

L’asta.

 

  

 

“IERI HO PARTECIPATO AD UN’ASTA E L’HO VINTA.

 

ADESSO COSA ME NE FACCIO?” (G.P.©)

 

 

 

Postato da: penzogi a 10:58 | link | commenti (3) |
comix, copyright, guido penzo

 

09/05/2007

 

 

 

  

 

Non mi piacciono i film che lasciano l’amaro in bocca,

 

preferisco il chinotto.

 

 

 

 

 

Postato da: penzogi a 13:59 | link | commenti (3) |

 

 

 

  

 

Tratto da “Animali si nasce o si diventa”©, tratto da Tutti animali esclusi i presenti“©, tratto da Come trattare con gli animali per farsi fare lo sconto“©, tratto da Uomo sarà lei: come offendere gli animali quando si comportano come tali“©, tratto da Il tarlo nell’orecchio, quando la pulce va in vacanza“©:

 

HO VISTO UN DELFINO NUOTARE STILE FARFALLA.

 

 

 

Postato da: penzogi a 13:25 | link | commenti |

 

06/05/2007

 

 

 

  

 

Ho un amico che in cucina è un mago.

 

Non sa cucinare, ma è bravo a fare giochi di prestigio.

 

 

 

Postato da: penzogi a 17:11 | link | commenti (5) |

 

04/05/2007

 

 

 

  

 

Ogni tanto prendo tempo, ma lascio sempre un post-it con scritto: L’ho preso io.

 

“Ho bevuto un’acqua gasata, così gasata che si credeva uno champagne”. (Guido Penzo©)

 

 

 

Postato da: penzogi a 11:21 | link | commenti (1) |

 

03/05/2007

 

 

 

  

 

CON            CORSA

 

   

 

Parole in corsa 

02/05/2007
 

  

Chi non ha un libro nel cassetto? Chi non ha un cassetto nella scrivania? Chi non ha una scrivania in salotto? Chi non ha un salotto in casa? Chi non ha una…a perdere tempo non mi batte nessuno!

HO DECISO DI SCRIVERE UN LIBRO!

(Va bene “Del perchè l’economia africana non è mai decollata” di Maurizio Milani?)

Cap. Economia virtuale e rendite di posizione

Oggi ho comprato la Manetti & Roberts: si, tramite computer. Mai avrei pensato di comprare uno stabilimento così potente. A parte che non è più la ditta di una volta. Nel 1965 la Manetti & Roberts faceva un milione di tonnellate di talco al giorno. Adesso ne produce tre chili alla settimana. Anzi non so cosa l’ho comprata a fare, adesso la vendo subito (online) e compro la Tonno Rio Mare. Forse entro sera la giro a una cordata di lazzaroni come me e mi compro la Sanbittèr…

HO DECISO DI SMETTERE DI SCRIVERE UN LIBRO, POSSO?

Che all’inizio mi sembrava una buona idea, che anche il libro scelto che ho trovato sulla scrivania, che ho comperato, mi ha suggerito (non a caso nella foto di Milani nella quarta di copertina c’è un microfono). Ovvero dicevo, scrivere un libro…che poi Milani non si chiama Milani anche se tu lo chiami Milani lui si gira. A valle: adesso vi sarà rimasta la curiosità di come va a finire il libro che volevo scrivere! (non è una domanda)…Ho sempre voluto chiedere a Piero Angela: ” Ma i dinosauri si sono estinti dalla sera alla mattina, o hanno cominciato a tossire due anni prima?”.

parentesi di Zop

chiusa parentesi.

Che quasi quasi mi sto affezionando a Carlo (omonimo di Maurizio dal vero) perchè è proprio come Maurizio (nome d’arte di Carlo) nell quarta di copertina…con il suo sguardo “basso”. Carlo è come Maurizio, con la sua speranza illusiva nel futuro ma con la sua certezza di un presente preistorico, come un dinosauro spaventato da una mortale (speriamo di non esserci già più) glaciazione del pubblico (che metterebbe in crisi anche il privato).

Se fosse una campagna pubblicitaria, vi inviterei alla salvaguardia e alla salvaleggi il Milani. Se fosse una città pubblicitaria anche.

 

Postato da: penzogi a 15:01 | link | commenti (6) |
milani

 

  

EMERGENZA ALLUVIONI, PURCHE’ SIA EMERGENZA.

“Tanto tuonò che mi svegliai…e poi piovve”.

 

Postato da: penzogi a 10:23 | link | commenti (4) |

29/04/2007
 

  

C’è il sole, da solo nel cielo terso / Fa caldo, Antonio…Marco, Franco, Lia e Giuseppe / Non si vede neanche una nuvola tra le teste…e se fosse solo una questione di approccio psicologico? Io ci provo: 

 

foto di Mike Colantuono.

 

Postato da: penzogi a 17:48 | link | commenti (3) |

foto della situazione

  

 Immagine 771

foto di Mike Colantuono

 

Postato da: penzogi a 14:49 | link | commenti (2) |

 

  

“Muchos años después, frente al pelotón de fusilamiento, el coronel Aureliano Buendía había de recordar aquella tarde remota en que su padre lo llevó a conocer el hielo”.
Gabriel García Márquez. Cien años de soledad

DIARIO DE UN OCIOSO
Martes, 17 de abril de 2007

Henning Mnakell. El hombre sonrienteHe vuelto a caer en el viejo vicio. Tras leer “El hombre sonriente” de Henning Mankell (cada vez me gusta más la serie protagonizada por el detective sueco Kurt Wallander) he empezado de nuevo “Cien años de soledad”. No puedo evitarlo, cada cierto tiempo suelo empezar a sentir el impulso de revisarlo y, poco después, vuelvo a caer enredado en sus páginas. Sé que lo disfrutaré como la primera vez… y van muchas.

Ogni tanto, per sentirmi cittadino del mondo, leggo il diario di un “ocioso”. Sempre lo stesso ogni tanto, mi sento molto simile ad un ozioso nei gusti, nei colori, nei modi di fare,  nel sentire ma non nel parlare. Non conosco lo spagnolo (e lui non conosce me)…anche se con il mio veneto qualcosa intuisco…ogni tanto. Tant’è diariodeunocioso.

 

 

Postato da: penzogi a 14:04 | link | commenti (1) |

 

  

 

L’Angelo custode.  
L’altro giorno ho visto il mio Angelo custode.
L’ho visto e mi è sembrato un poco distratto.
Ho cercato di richiamare la sua attenzione,
ma sono stato investito da un’auto.

 

Postato da: penzogi a 13:55 | link | commenti (2) |

27/04/2007
 

  

a volte tornano avvolte.

“C’è chi, in questo paese, ha trovato l’America. Mi dispiace per tutti quelli che cercavano la Francia, il Belgio o l’Ecuador”. (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 19:07 | link | commenti |

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...