23

20/06/2008
 

  

 “Il mondo finirà il 21 dicembre del 2012, lo dicono i Maya.

I Maya sono già finiti, lo dice il Mondo (toccandosi)” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 16:49 | link | commenti (1) |

19/06/2008
Robottomatica

  

IO, ROBOT?

“La vita da robot non è male. L’unico problema è l’alimentazione: sempre e solo scatolette” (Guido Penzo©)

 

 

Postato da: penzogi a 00:16 | link | commenti |
citazioni, concorsi, comix, guido penzo

18/06/2008
 

  

TRACCE D’IMMATURITA’

Tutti hanno un ruolo, chi ha il mio?

APP’UNTI

La comparsa scomparsa prima della prima, vera. Il pedone con un piede grande ed uno no. Il commerciante in ante, prima di tutto. Il lavavetri a domicilio, il suo. Il marinaio che annoda tutto sul fazzoletto di carta bianca. Il pasticcione con le mani in pasta che impasta la pasta, dolce. L’idraulico liquido che si fa pagare in conpochi per volta. L’operatore ecologico che riprende solo con le mani pulite. L’attaccabrighe sciolte che le attacca su richiesta di giovani morigerati. Il discobolo che si fa pagare per ogni disco volante anonimo lanciato sul libero mercato comunale. La lontana, vicina di casa degli zii d’America, Tom Tom. Lo sceneggiatore di sceneggiate napoletane fuori porta. La mezz’ala destra, l’ala sinistra ma non per questo comunista, la coscia lunga e pedalare. Il cancelliere che chiude cancelli con la gomma da cancellare. L’arrampicatore sociale e quale che si arrampica sugli specchi di facciate di bronzo. L’aviatore alato, a volte al centro, con il carrello della spesa che non voleva uscire, da solo. L’uomo cannone che nascondeva nel forno tutto il fumo e niente arrosto. L’apostolo rosa dimenticato nelle pieghe della Storia con la esse mascula. Con segue, a seguire, l’esame dell’immatura età d’ecce bombo amabile memorabilia.

 

 

Postato da: penzogi a 19:43 | link | commenti |

 

  

CONCORSO A PREMI
(HAPPY) HORROR IN UNA RIGA

 

– “coppa” virtuale e primo premio reale –

“Ho vinto 2 mani a poker.
Adesso mi mancano solo i piedi,
per completarlo”
di Guido Penzo

MOTIVAZIONE
In tema con il concorso, tagliente ed ironico, delinea in pochissime parole la storia di una orribile partita a carte.

Nei  commenti (92) i testi dei partecipanti. 

 

Postato da: penzogi a 16:50 | link | commenti (1) |

15/06/2008
 

  

      “CHI VIVE SOGNANDO

ALMENO SI DIVERTE” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 22:01 | link | commenti (3) |
citazioni, comix, guido penzo

14/06/2008
 

  

APPUNTI SPARSI, PARSI PERSI (NON PERSIANI).

BARCAMENARE: Quando due gruppi di pescatori si affrontano (al fronte del porto) con tutti i mezzi.

BARCAMENARSIPescatore masochista. 

MANEGGIARE: Spostare i cavalli all’interno del maneggio.

RUGGIRE: Mettere della ruggine tra un leone e una leonessa.

ANSIAAgenzia giornalistica che crea agitazione con le sue notizie.

TOM TOMNavigatore in uso presso molte tribù africane. Funziona a percussione. 

Proverbiali

Chi lascia la vecchia via per la nuova, deve usare il navigatore satellitare.

Il buon giorno si vede con le previsioni del tempo.

Tanto tuonò che mi svegliai.

Se ci siete battete un colpo, lui sa perchè.

Occhio non vede, bersaglio mancato.

Io, Super Io, Es crescenze.

“Da grande volevo fare il ricercatore, poi mi sono perso” (Guido Penzo©)

Animali al tempo degli OGM

– Ho visto un grillo indossare un paio di pinocchietti.

– Ho visto una rana pescatrice litigare con una rana cacciatrice.

– Ho visto un grillo parlante italiano comunicare a gesti con un grillo parlante cinese.

A MONTE

Ho visto un nano fare passi da gigante.

PER QUESTO BLOG HA LE ORE CONTATE…

 

Postato da: penzogi a 18:22 | link | commenti (2) |
citazioni, vocabolario, comix, guido penzo

13/06/2008
 

  

“Nella vita ho fatto tanti lavori, ma quello che mi ha dato meno soddisfazione è stato il Cacciatore di taglie.

Dopo due mesi non avevo preso neanche una XL” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 11:41 | link | commenti (2) |

12/06/2008

  

 

il ricordo di Serena

 

Postato da: penzogi a 20:56 | link | commenti |

11/06/2008
 

  

“Il paese che mi ha dato i natali, dopo che mi sono trasferito, ha chiesto di restituirglieli” (Guido Penzo©)

 

 

Postato da: penzogi a 16:47 | link | commenti (4) |

07/06/2008
 

  

“Non è facile citare, come sapeva fare Cita, la scimmia di Tarzan” (Guido Penzo©, cit.)

Mi riguardo, rifletto, mi affaccio all’oblò dell’oblio. Urlo con tutto il fiato che ho nei polmoni…Non c’è più nessuno che può rispondermi. Attraverso lo spazio, ripercorro le strade dell’io, cerco persone care, persone scontate, persone con una doppia personalità. Sorrido. Non c’è più nessuno che può darmi una mano, o una qualunque altra parte del corpo. Nessuno è in grado di capire, di comprendere…di dirmi un altro sinonimo o nononimo. Eppure una volta non era così. Ero uno tra tanti, uno tra i multipli. Uno, nessuno, centomila, un milione, un miliardo. Una folla che fornicava come formiche in un formicaio mentre il formichiere non c’è. Ognuno aveva una meta da raggiungere, una meta oltre la quale appoggiare il proprio pallone ovale o non vale. Una dolce metà da ritrovare, da riunire, da completare, come in un album di ricordi, che non ricordi dov’è. Oddio, se penso che sono ciò che ero e ciò che ero non so, penso di non sapere più ciò che sono stato e non sapere ancora ciò che sarò. (cantando) Il fiume scorre lento / frusciando sotto i ponti / la luna splende in cielo / dorme tutta la città / solo va un uomo in frak / ha il cilindro per cappello / due diamanti per gemelli / un bastone di cristallo / la gardenia nell’occhiello / e sul candido gilè / un papillon, un papillon di seta blu …ha l’aspetto trasognato / malinconico ed assente / non si sa da dove vien / ne dove va / chi mai sarà / quell’uomo in frak / bonne nuit, bonne nuit, bonne nuit / buona notte / va dicendo ad ogni cosa … Adieu adieu adieu adieu vecchio mondo / ai ricordi del passato ad un sogno mai sognato / adieu . (Urlando) Addio vecchio, ultimo sopravvissuto condannato alla vita eterna, ultimo uomo mai stato tale, Dio.

 

Postato da: penzogi a 21:11 | link | commenti (4) |

04/06/2008
Da domani.

  

RICEVO DAL FUTURO ANTERIORE E PUBBLICO…NIENTE DI PRIVATO.

“…Ti penso dal futuro e ti comunico, giacchè la scrittura non è più in uso da millantanti anni luce e più. Ti penso e t’illumino d’immenso illustrandoti, senza nulla togliere alla tua immaginazione, quel che ti aspetterà. Al dì di domani tra essere ed avere, non v’è dubbio, potrai avere entrambi al prezzo di uno. Le offerte non mancheranno nei megaspaziali e spaziosi store, con illimitato spazio per il parcheggio. Tra le occasioni troverai vari modelli di macchina del tempo. Non t’ingannare, non è nel tempo che potrai viaggiare, ma il tempo atmosferico potrai, ad umore, cambiare. Potrai fare il bello e cattivo tempo: sereno se sereno sarai o per un nonnulla ti rannuvolerai, pioggia o vento a scelta, tuoni e fulmini o acqua con o senza catinelle o cielo pieno di pecorelle. Ti basterà, per tempo, girare la manovella. L’umanità non avrà limite, l’insensibilità sconfitta e riposta in soffitta. Le guerre saranno solo un film in bianco e nero proiettato nel freddo dello spazio siderale. Al giorno di domani tutti nasceranno imparati. L’unica scuola sarà di vita e nascendo saranno finiti gli esami. La morte? Solo la noia ci ucciderà. La casta, di politica memoria, è diventata prolifica. C’è ancora chi detta legge, chi la scrive ma nessuno la legge…il solito Travaglio, insomma. Non si vivrà di sola aria ma di un composto ecopass compatibile. L’energia sarà nell’aria elettrica mentre gli elettrodomestici serviranno a casa degli elettricisti. Le nanotecnologie avranno fatto passi da gigante. Il buco nell’ozono sarà ripianato con l’ultima finanziaria, passata con il voto decisivo dei senatori…a vita. Il cancro, l’aids e i vuoti di memoria saranno solo un ricordo e nessuno se ne farà una malattia. Anche la fortuna non sarà più cieca ma avrà ripreso a vederci chiaro. Il lavoro lo faranno solo i robot che faranno gli straordinari praticamente uguali agli originali. Di falso ci saranno solo i passi, venduti sulle bancarelle dai venusiani, ultimi extracomunitari. I portatili saranno così evoluti che verranno da soli. Purtroppo il tempo a mia disposizione è già scaduto e devo gettarlo nel contenitore differenziato del tempo perso. La messa in onda è finita. Vieni in pace se puoi. Tuo pronipote Guido” (Penzo©).

 

 

Postato da: penzogi a 12:08 | link | commenti (3) |
comix, si legge, guido penzo

Houston, abbiamo un problema con la versione di latino!

  

POSSO?

“Premesso che non siamo ancora andati su Venere e che i venusiani non sono venuti sulla Terra, allora chi ci ha trasmesso le malattie veneree?” (Guido Penzo©)

“Sulla Luna non c’è vita. I lunatici sono tutti sulla Terra” (Guido Penzo©)

NOMEN OMEN

Com’è andata a finire?

 

Nella foto il fu nambolo.

 

Postato da: penzogi a 10:23 | link | commenti (2) |
citazioni, comix, guido penzo

30/05/2008
ispirazione

  

TRE BATTUTE, UN INCIPIT E UNA DOMANDA TRABOCCHETTO.

” Sapere cosa mi aspetta nel futuro mi fa sentire in ritardo” (Guido Penzo©)

“Una volta che gli scienziati avranno accertato che l’Universo ha avuto inizio con un Big Bang, cominceranno a cercare chi ha sparato” (Guido Penzo©)

 

“L’automobile del futuro sarà più veloce del suono. Il clacson lo sentirai solo dopo che sei stato tamponato” (Guido Penzo©)

Incipit

“Dopo il ritrovamento di una mano morta, il Giudice per le indagini senza preliminari ha emanato tre ordini di arresto: Alt, stop e non ti muovere.” (Guido Penzo©)

Domanda trabocchetto

Quali devono essere le dimensioni di un trabocchetto per la caccia alle falene?

 

Postato da: penzogi a 11:14 | link | commenti (4) |
citazioni, comix, guido penzo

29/05/2008
modididire

  

“La prima volta che ho marinato la scuola se ne sono accorti perchè puzzava di aglio, aceto e rosmarino” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 13:34 | link | commenti (5) |
citazioni, comix, guido penzo

Santi al Paradise

  

SCHERZA CON I SANTI

MA LASCIA STARE I FANTI

Mi trovavo al “Paradise”, bar del mio amico Bone, con quattro santi, beati loro. C’era San Tiago (protettore di tutti quelli che si chiamavano Tiago) che si stava lamentando di non riuscire ad arrivare a fine mese neanche facendo i miracoli, San Cire (protettore di chi viene dal basso) assentiva con l’aureola, San Culotto (protettore dei trans) si guardava alle spalle, San Anatorio cercava di consolare San Tiago offrendogli la sua ricetta: mezze penne al tartufo nero e le altre mezze alla boscaiola. Fu in quel momento che entrò nel nostro locale (famoso per fermarsi a tutte le fermate) un militare che nessuno conosceva, ignoto. Non un militare in particolare ma uno in Generale. Calò il silenzio. Nonostante cercasse di mimetizzarsi indossando una mimetica con stampate diverse marche di liquori e bibite varie, lo inquadrammo subito. “Raga, niente scherzi” dissi rivolto agli altri stinchi di santo. Il Generale capì l’antifona e spalancò la finestra per cambiare aria. Poi uscì, con tutto il suo corpo d’armata, senza ordinare niente a nessuno. Fu San Sone, al banco, che ruppe il silenzio. Io presi il mio pezzo e tornai ad ascoltare San Tiago che aveva ripreso a santiare.

 

 

Postato da: penzogi a 11:05 | link | commenti (2) |
citazioni, comix, si scrive, guido penzo

27/05/2008
dissociato

  

MI DISSOCIO

Ho visto passanti scappare, inseguiti da cinture che volevano infilarsi tra loro.

Ho visto pasticcieri pasticcioni, con le mani di pastafrolla, far cadere le braccia.

Ho visto contadini fare la conta per decidere chi dovesse seminare e chi inseguire. 

Ho visto la Luna fare una marea di cose, alte e basse. L’ho vista splendere di luce riflessa in un pozzo di scienza.

Ho visto due braccia rubate all’agricoltura, abbandonate al bordo di un campo dopo la fuga di un cervello all’estero. 

Ho visto un calciatore lavorare con i piedi.

Ho visto un nano tirare colpi bassi.

Ho visto un evaso tagliare la corda e precipitare da dodici metri. 

Ho visto un pesce sottotitolato a pagina 777 di televideo. 

Ho visto un altoatesino basso un metro e venti. 

Ho visto un canguru dispensare consigli ad altri cani.

 

 

Postato da: penzogi a 16:29 | link | commenti (6) |
citazioni, comix, guido penzo

Fantilare.

  

UNA RIGA DI FANTASCIENZA, O VICEVERSA.

“Chissà se è buono, pensò guardando quella specie di tartufo, l’unica cosa che sembrava commestibile su quel Pianeta. Chissà se è buono, pensò quella specie di tartufo”. (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 13:19 | link | commenti (2) |
comix, copyright, guido penzo

Cucina di campagna.

  

Una volta sono anche entrato in cucina, per sbaglio, cercavo il bagno.

 

COME FARE UN PASTICCIO CON GLI INGREDIENTI SBAGLIATI

Ingredienti: Pasta buona come il pane all’uovo fatta in casa (la pasta non l’uovo). Per chi è di fretta ed ha una fame da lupi, la pasta può essere preparata durante il viaggio di ritorno dal lavoro. In cucina si socializza, fatevi aiutare dai vicini di viaggio che c’è sempre tempo per leggere il giornale. Sconsiglio di acquistare la pasta già pronta all’uso. se è già pronta avrà avuto una soffiata quindi è poco digeribile.

– Prosciutto cotto perso, quanto basta da non capir più nulla.

– Verdure stufate d’aspettare. Preparate in precedenza, a destra, lasciate in attesa sulla graticola, Non svelatele prima del momento.

– Parmigiano o, al massimo, della provincia. Stagionato o brizzolato.

– Panna fresca, vivace, brillante.

– Altro a caso.

Preparazione: Prendete una terrina, cotta al forno per 20 minuti a 200 gradi…prendete una terrina di terracotta. Ammiratela, giudicatela, datele un voto da 1 a 10, riponetela nell’apposito spazio. Tirate la sfoglia della pasta a chi vi è antipatico, senza farvi vedere. Se vi scopre, ditegli che avete freddo e fatevi accendere il forno. Con l’apposito passino passatempo fino a quando sarà minuto. Intanto che l’acqua bolle, con anidride carbonica aggiunta, fatevi bella altrimenti non troverete marito per i vostri denti. Unite l’utile al dilettevole aggiungendo anche le verdure fino ad ottenere un bellimpasto. Usate uno strofinaccio per non rimanere scottate. Togliete la colla dalla pasta scollandola con l’apposito scollapasta. Sbollite la rabbia. Datevi un tono. Cogliete l’attimo e dividetelo in spicchi, spremetelo in un bicchiere e datelo a bere a chi dice che in cucina sapete fare solo pasticci. A parte preparate qualcosa in agrodolce. Girate la pasta perchè non attacchi discorso. Lavate i pomodori (altro a caso negli ingredienti), asciugateli, rivestiteli e ditegli che questa è l’ultima volta che li aiutate. Prendete 200 grammi di tofu a dadi e tirateli incrociando le dita. Se non ci riuscite, tirateli senza incrociare le dita. Aggiungete il sale ed il pepe della vita. Finite di truccarvi. Servire il pasticcio tiepido, in un letto ma non memorizzato. Sorridete e cercate di non chiudere gli occhi mentre vi fotografano. NON SARA’ BUONO, MA SICURAMENTE  E’ UN BEL PASTICCIO”, è la frase con cui sarete ricodate. Meglio che “Non è bella ma è buona, soprattutto con un filo d’olio a freddo”. (di Guido Penzo ©)

 

Postato da: penzogi a 10:50 | link | commenti (3) |
citazioni, guido penzo

23/05/2008
M’ispirava.

  

Vivere: ispirazione ed espiazione

(Parte prima, ma arriva dopo: l’ispirazione)

«L’ispirazione», ha detto il critico d’arte Marc Gordon(1), «non è come un buon cane: essa non obbedisce agli ordini. Non è una pastiglia da prendere dopo i pasti, non è un fiore da cogliere al volo, non è una nuvola passeggera senza biglietto, non è la pioggia di marzo a maggio, non è la pellicola trasparente di un film proiettato nel futuro, non è il rito del solito prurito pomeridiano, non è un costume tradizionale da indossare prima di tuffarsi nel nostrum mare». C’è chi la cerca toccando il fondo del barile, chi la invoca sfogliando pagine di libri di cui, alla fine, rimane solo la copertina. C’è chi la sogna ad occhi aperti in orario d’ufficio, chi l’aspetta dietro l’angolo a 360 gradi, chi s’incammina senza mezzi termini verso la Stazione romana, chi indossa i panni militari d’infanti. L’ispirazione viene lei, suonando al citofono alle tre di notte. Viene mentre leggi gli annunci di cuori solitari in cerca di corpi senza cuore. Viene mentre incroci insalate di parole con contorno quanto prima. Viene in mente mentre, allo specchio, ti schiacci un neo, quello dell’incomunicabilità. Inutile inseguirla leggendo in lungo ed in profondo. Non serve servire a messa o in mensa o con il pensiero: inmensamente. Anche se ti vesti di verde speranza, se ti predisponi sull’ultimo posto libero del desiderato tram, se ti chiami fuori dissociandoti, se offri sapienza e pietanza agli dei prima che esalino il loro ultimo respiro… l’ispirazione viene lei, quando più le aggrada. Che non si offenda se la stanza(2) è in disordine!

(1) Dopo essermi spostato, a scanso d’equivoci, Marc Gordon è un nome a caso. (2) Anticamera del cervello.

 

A scelta: vedi alla voce…o ascolta l’immagine.

 

Ugo Pierri: “Tarocchi – Il Matto” 1987

 

Postato da: penzogi a 13:50 | link | commenti (4) |
si scrive, guido penzo

22/05/2008
idea lex

  

IL MIO PERSONAGGIO IDEALE

 Il mio personaggio ideale non è figlio unico né raro. E’ il quarto di tre fratelli maggiori ma non ancora maggiorenni. E’ il più piccolo in ordine alfabetico. Il mio personaggio ideale ha orecchio per la musica, palato per il cibo, occhio per occhio. E’ alto quanto basta ad avere un punto di vista personale, né più né meno ma uguale. Il mio personaggio ideale quando è in compagnia tiene banco, quando è da solo il banco vola via. Il suo compagno di banco da grande vuole fare il paracadutista per gettarsi da un paracarro con il paradenti.

 Il mio personaggio ideale ha una vita comune a tutti quelli che vivono nel suo stesso comune. Fuori dal comune ha solo il lavoro. Si alza la mattina e fa colazione al bar. Ogni tanto, ma non sempre, litiga con il barista perché, secondo lui, il caffè macchiato dovrebbe costare molto, molto meno del caffè pulito.

Il mio personaggio ideale viene male in foto, per questo ha già cambiato sette macchine fotografiche. Adesso ha comperato la digitale, ma non riesce a fare l’autoscatto. Le macchine moderne sono troppo veloci, pensa.

Il mio personaggio ideale non ha peli sulla lingua. Ho controllato. Il mio personaggio ideale ha fatto le superiori per sentirsi superiore. L’università per sentirsi…Il mio personaggio ideale ha spesso l’amaro in bocca e il bicchiere mezzo vuoto in mano. Il mio personaggio ideale pensa che se a Napoli c’è del marcio non è un caso, è spazzatura.

Il mio personaggio ideale crede nella vita dopo la morte, sulla fiducia. Crede che per essere delle persone stimate bisogna avere un prezzo di partenza. Il mio personaggio ideale vorrebbe vivere in una città con il mare, per avere un mare di cose da pensare, un mare di cose da vedere, un mare di cose da dire. La montagna no. Una montagna di cose da fare, alla lunga, stanca.

Il mio personaggio ideale capisce che, in un cartone animato, l’orchestra suona in playback quando non vede i microfoni. Il mio personaggio ideale, da grande, vorrebbe fare il doppiatore per avere un doppio stipendio da spendere. Da spandere se lo pagano con i liquidi.

Il  mio compagno ideale non andrà in Purgatorio, non ne ha bisogno. Il paradiso può attendere e l’inferno lo prova tutti i giorni andando a lavoro. Lui ha un’idea perchè le code siano più corte: accorciare la tangenziale.

 

Il mio personaggio ideale ama i fumetti. Da qualche mese chatta con Minnie (senza che Topolino lo sappia). Quello che non capisce è perchè Minnie gli ha detto che deve sempre allegare 300 euro all’e-mail per la risposta. Ne parlerà con Pippo, appena non gli fischieranno più le orecchie.

 

 

Postato da: penzogi a 09:35 | link | commenti (5) |
guido penzo, il mio personaggio preferito

21/05/2008
Comix 2009

  

Grassa consolazione: non c’è due

 

2007                                  2008

senza  COMIX 2009

 

 

Anche quest’prossimo anno sono presente sulla Comix. Mi potete trovare il

19 ottobre, 21 novembre, 19 marzo, 6 settembre, 5 novembre.

“UN MIO AMICO STRANIERO

CHE NON AVEVA IL PERMESSO DI SOGGIORNO

 SI E’ TRASFERITO IN CUCINA” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 10:29 | link | commenti (14) |
comix

… dire …

  

MOTTI DI DIRE

“Quando un anziano ci lascia le penne

io prendo la stilografica, grazie.” (Guido Penzo©)

“La mia fantasia erotica quando faccio l’amore? Essere in due” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 10:15 | link | commenti |
citazioni, comix, guido penzo

20/05/2008
O la barba o il trucco.

  

OGNI CONTINENTE E’ PAESE.

Ogni mattina, in Africa, un leone si sveglia e comincia a correre.

Ogni mattina, in Africa, una gazzella si sveglia e comincia a correre.

Ogni mattina solo uno di loro entrerà in bagno per primo. (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 12:35 | link | commenti (4) |
citazioni, comix, guido penzo

19/05/2008
Mors tua, Mars no.

  

Giallino

“Il volto del suo assassino, riflesso nello specchio, fu l’ultima cosa che vide prima di suicidarsi” (Guido Penzo©)

 

 

Postato da: penzogi a 16:06 | link | commenti (6) |
citazioni, comix, guido penzo, giallini

16/05/2008
 

  

Appoggiato al poggiolo osservo o non servo.

Il 30 e 31 maggio 2008 a Poggibonsi (Teatro Politeama, Cassero della Fortezza Medicea) il Festival Le parole, i giorni. I bisquizzi di Poggio Bonizzi, a cura di Idolina Landolfi. Per il programma cliccate qui.


Nei giorni 30 e 31 maggio 2008 la città di Poggibonsi (Siena) ospita la manifestazione Le parole, i giorni. I bisquizzi di Poggi Bonizzi , iniziativa del Comune di Poggibonsi sostenuta dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena con la collaborazione di Vernice Progetti Culturali, curata da Idolina Landolfi e ‘diretta’ da Stefano Bartezzaghi che aprirà con l’intervento Storia universale del bisquizzo la prima giornata di studio dedicata a La parola, ovvero le infinite possibilità . La giornata proseguirà con una gara con le parole guidata dallo specialista Paolo Albani in Toponimo, Paperzaghi e il mistero di Strozzavolpe: la parola in torneo, e, a chiudere, con il gruppo fonografico Rapsodi che si esibirà nella prima nazionale Ammazzare il tempo.

La giornata di sabato 31 maggio inizierà invece con un incontro pubblico con Paolo Albani, Stefano Bartezzaghi, Stefano Bollani, Geraldina Colotti, Alessandro Fo, Enzo Golino e Paolo Maccari (moderatore) e proseguirà con la prima presentazione al pubblico di WebCrow: gara uomo-macchina per la soluzione di cruciverba (curata da Marco Gori, Marco Ernandes, Giovanni Angelici). Seguiranno una misteriosa cena ludico-enigmistica ideata da Bartezzaghi e la lezione concerto dedicata a La gnosi delle fanfole di Fosco Maraini, tenuta da Stefano Bollani, Massimo Altomare e Mirko Guerrini.

 

 

 

TEMPLI BUI (Guido Penzo©)

 

 

Postato da: penzogi a 13:07 | link | commenti (2) |

 

  

Letto su una agenda lasciata in metropolitana

“Gulliver non è mai esistito. E’ solo una leggenda che raccontano a Lilliput” (Guido Penzo©)

 

 

Postato da: penzogi a 11:00 | link | commenti (2) |

15/05/2008
 

  

Tutti hanno un periodo Chuck Norris. Questo è il mio…in fact:

“L’Angelo custode di Chuck Norris ha Chuck Norris come Angelo custode” (Guido Penzo©)

“Chuck Norris non va mai a dormire con le galline. Sono loro che vorrebbero dormire con lui”  (Guido Penzo©)

“C’era vita su Marte, poi è arrivato Chuck Norris”  (Guido Penzo©)

“La sveglia di Chuck Norris chiede sempre scusa prima di suonare”  (Guido Penzo©)

“Non tutti i mali vengono per nuocere. Chuck Norris si”  (Guido Penzo©)

“Quando Chuck Norris va via dall’osteria lascia sempre il cappello sulla sedia. Quando torna su tutte le sedie c’è un cappello”  (Guido Penzo©)

“Zeus è l’anagramma di Chuck Norris in greco”   (Guido Penzo©)

“L’ultimo numero di Diabolik finisce con l’arrivo di Chuck Norris”   (Guido Penzo©)

“Gli UFO sono gli unici che si domandano ancora se Chuck Norris esiste”   (Guido Penzo©)

“Chuck Norris non guarda la televisione. E’ la tv che si accende per guardarlo”   (Guido Penzo©)

 “Per le vacche indiane Chuck Norris è sacro”    (Guido Penzo©)

“Chuck Norris è nato con la camicia…a scacchi”    (Guido Penzo©)

“Chuck Norris si è fatto tatuare sul petto il nome del suo eroe preferito: Chuck Norris”    (Guido Penzo©)

“Quella volta che Chuck Norris è stato sorpreso con le dita nella marmellata, non erano le sue”    (Guido Penzo©)

“Svelato l’enigma: la Gioconda sorride a Chuck Norris”    (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 10:36 | link | commenti (4) |
chuck norris

14/05/2008
 

  

Per non saper né leggere né scrivere, ma per guidare…

 

“Ho acquistato un navigatore satellitare di ultima generazione. Adesso so esattamente dove si trovano i satelliti di tutti i pianeti” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 10:21 | link | commenti (7) |
citazioni, comix, guido penzo

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...