54

05/04/2006
 

Ieri avevo scritto, in merito ai dibattiti televisivi:

Una domanda tra mille che nessuno ha avuto il coraggio di fare:

42 orizzontale: Prolungato rancore. (6 lettere)

Mi accorgo oggi di essere stato frainteso da una certa stampa, perchè quello che ho chiesto con un linguaggio rozzo ma efficace è stato frainteso e strumentalizzato. In realtà la risposta corretta prevede 5 lettere e non 6, come erroneamente riportato. Ma di questo avremo tempo e modo di parlarne dopo il 10 aprile.

 

Postato da: penzogi a 10:16 | link | commenti |

04/04/2006
 

Devo ricordarmi di leggere:

Titolo Io sono il tenebroso
Autore Vargas Fred
Prezzo € 11,00
Dati 254 p., brossura
Anno 2006
Editore Einaudi
Collana Einaudi tascabili. Stile libero. Noir

 

Postato da: penzogi a 17:58 | link | commenti |
si legge

 

Mai dire mai nè “Io non ho mai insultato nessuno”.

A volte, ma anche ad archi, vorrei parlare di quello che m’interessa veramente. Vorrei miagolare con altri quattro gatti, se solo i topi del piano di sopra abbassassero un poco la musica, di micio micio bau bau. Vorrei vedermi nello specchietto retrovisore senza quel colorito bluastro dovuto al lampeggiante che sta dietro. Vorrei correre a trovafiato incontro alla pigrizia (che se fosse meno pigra ci troveremmo a metà strada). Vorrei salutare con la mano quando mi trovo davanti ad una telecamera (ma anche telecorridoio va bene). Vorrei che domani non fosse un altro giorno. Vorrei…vorrei…l’erba voglio, fino a 20. Vorrei che nessuno dica dopo “Gli italiani non hanno capito” quando si è spiegato fin troppo bene. ROMA – «Ho troppa stima per l’intelligenza degli italiani per credere che ci possono essere in giro tanti coglioni che votano per il proprio disinteresse». A dare del «coglione» agli italiani che voteranno a sinistra è il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Io, per me,

NON MI HAI FATTO NIENTE, FACCIA DI SERPENTE. NON MI HAI FATTO MALE, FACCIA DI MAIALE.

Adesso prometto di abbassare i toni, modificare il contrasto ed aumentare il croma…domani è un altro giorno e, probabilmente, un altro programma (e un’altra multa a Rete 4, in Fede).

 

Postato da: penzogi a 17:05 | link | commenti |

 

Se hai finito di leggere il giornale, se il semaforo è ancora rosso, se il caffé è ancora in macchina, se il ciclo ritarda, se non ti concedono il mutuo, se sei ancora indeciso chi votare e speravi vincesse Man Lo, allora fai il test:

 “Qual’è il chakra che andrà di moda in questa primavera 2006”.

 

Rispondi alle domande, senza copiare le risposte e senza cercarle gurdando in alto, non sono scritte sul soffitto!

Domanda 1: Sono in arrivo grandi cambiamenti per il futuro, un trasloco improvviso, la partenza di una persona cara (da mantenere), l’arrivo di un figlio per chi è single, la partenza di Fede e il ritorno di Eco. La prima cosa che pensi è A) Ho bisogno di capire, un attimo. B) Devo proprio fare questo test? C) Si, assolutamente si. D) Se Fede se ne va da Rete  si porta via anche Forum e Genius e ci lascia le meteorine?

Domanda 2:  Arriva in tavola il tuo piatto preferito! E’ un piatto fondo, con i tortellini che nuotano stile rana nel loro brodo fumante. Mentre stai per tirare su dal cucchiaio, il tipo alla tua destra ti dice che abolirà l’Ici. Dalla rabbia fai cadere i tortellini sul tavolo. Passi velocemente lo sguardo dal boccone rimasto nel piatto alla faccia di chi ha detto quella battuta. E intanto…A)Cerchi qualcuno che lo tenga fermo mentre gli rovesci il brodo all’interno della camicia. B) Cambi il tavolo delle trattative C)Vorresti chiedergli come gli è venuta in mente ma ti fanno notare che stanno già portando il secondo. D) Ti metti a ridere dal nervoso.

Domanda 3: Devi affrontare un ultimo esame (a scelta: del sangue, elezioni, provino per passaparola). L’esito della prova non dipende solo dalle tue capacità ma da quanto riuscirai a spogliarti delle sovrastrutture di cotone. Quando ti fanno notare che hai ancora qualcosa da scoprire come reagisci? A) Non avevo capito che era un provino per lo strep poker. B) Secondo, prima tu! C) Il fisco mi ha già tolto tutto, mi lasciate almeno l’Ici? D) Io sono bello dentro.

Domanda 4: Hai subito un torto da una persona seduta subito dopo Vespa. Dopo la reazione emotiva iniziale, scopri che è ancora peggio di quello che avevi pensato. Quale parte della macchina vorresti rigargli? A) Solo una parte? B) La fiancata di estrema destra. C) Gli romperei lo “specchietto di cortesia” così non potrebbe controllarsi il trucco. D) Gli prosciugherei il liquido dei freni.

Domanda 5: Al ritorno dalle ferie scopri che sono entrati i ladri in casa. Ti hanno fregato la Tv, il PC, la collezione di farfalle, la foto di Lenin che tenevi sul comodino, l’autoradio che non avevi portato via per paura che te la portassero via oltre a tassarti i Bot in scadenza. Come reagisci? A) Vai a cercare chi è stato per chiedergli perchè ha tassato i Bot quando non era in programma. B) Sarà anche la Casa delle libertà, ma almeno un antifurto potevano metterlo. C) Cambi casa, partito, moglie. D) C’è di peggio e pensi al conflitto d’interesse.

Risultato finale indipendentemente dalle risposte: Chakra del terzo occhio. Sei uno che vede lontano e per questo non hai bisogno dell’oculista, però avresti anche dovuto vedere che non era una cosa seria, come la storia dell’Ici, o no?

 

Postato da: penzogi a 15:10 | link | commenti (3) |

 

Una domanda tra mille che nessuno ha avuto il coraggio di fare:

42 orizzontale: Prolungato rancore. (6 lettere)

 

Postato da: penzogi a 11:47 | link | commenti (6) |

 

Oggi si impone un corsivo, quindi bisogna cambiare carattere. Da un rassicurante, serioso ed intimista, Arial ad un più frivolo Comic Sans Ms, in corsivo appunto.

Titolo: UN COLPO DI TEATRO IN TESTA AGLI ITALIANI.

Facile fare i brillanti con i soldi degli italiani. Facile pagare da bere a tutti con i soldi presi dalla scrivania del collega antipatico.

Quando ormai si profilava una vittoria ai punti per lo sfidante, il detentore del titolo ha cercato il KO con un colpo sotto la cintura. Un colpo basso, proibito dal comune senso del pudore, tirato fuori dal cappello “di paglia” che dimostra, ancora una volta l’assenza di un programma dove chiunque può dire qualunque cosa, in qualunque momento, con i soldi degli altri (soldi in comune). Più che l’asso nella manica è il quinto asso che salta fuori quando si ricontano le carte.

“…Per questo aboliremo l’Ici su tutte le prime case. Avete capito bene, anche sulla vostra…” . Dico a te che stavi per spegnere il televisore, hai sentito bene? Tu che stai tirando lo sciacquone prima di uscrire dal bagno, tu che hai già abbassato la tapparella prima di metterti a letto, tu che hai avuto ancora una conferma su perchè, a volte, si può dare precedenza a sinistra. Hai capito bene? Ho detto che toglierò l’Ici! Et voilà, perchè nessuno ci ha pensato prima? Bastava dirlo qualche minuto prima, avrebbe dato la possibilità di chiedere, di capire…una settimana a cercare di capire dove l’Unione avrebbe trovato i soldi poi, et voilà l’Ici non c’è più! Non c’è più e giù il sipario.

Per un attimo ho sperato che anche il Romano dicesse “Anch’io”, poi ha confermato di non voler partecipare a una gara a chi le spara più grosse. Quindi chi vuole continuare a sognare deve citofonare a Silvio, Casa delle libertà, e chiedere quella pastiglietta, come si chiama?…Ici?

 

Postato da: penzogi a 11:36 | link | commenti (1) |

03/04/2006
 

NON SI VIVE DI SOLA POLITICA, PERO’ OGNI SCUSA E’ BUONA!

Silvio, si è preparato allo scontro finale telefonando alle chat hard. (L’ha detto lui). 

 

 

 

C’è chi si prepara all’esame andando a letto presto la sera precedente, chi da solo, chi in compagnia. C’è chi si distrae guardando un film in bianco e nero, chi a colori, chi a luci rosse. Chi sfoga la tensione spalmando la nutella sul panino, chi lo riempie di mortadella e se lo mangia non solo metaforicamente. Chi si stira i vestiti e recupera il portafortuna da avere dietro, chi cerca di rimettere in ordine i Casini. Chi sfoglia gli appunti, chi sfoglia la margherita, chi sfoglia la pianta d’ulivo. C’è chi si strucca e chi si rifà il trucco. C’è chi si prepara le carte e chi si allena con il gioco delle tre carte.  

Se questa sera, allo scontro finale, Silvio si presenterà con delle borse sotto gli occhi, che neanche il trucco sarà riuscito a nascondere, sarà perché ha passato la notte a parlare al telefono con delle signorine di chat line erotiche. No, non è come pensate voi. L’ha fatto per fare un sondaggio, così ha  raccontato alla moglie per evitare scenate quando arriverà la bolletta del telefono. «Sette su nove delle signorine che hanno risposto hanno ammesso di preferire me a Prodi», ha confermato il nostro Presidente del Consiglio. La domanda l’avrebbe fatta nei pochi secondi prima di riattaccare la cornetta. Riserbo, invece, sulle restanti lunghe ore di conversazione.

 

 

Postato da: penzogi a 10:42 | link | commenti |

02/04/2006
 

Non sapendo cosa fare, avendo finito i luoghi comuni da visitare, e nonostante il vento contrario (per partito preso) ho voluto tirar tardi: 7 metri e 34 è il mio record. Record d’avvio, naturalmente. Poi

PRENDO APPUNTI, MA LASCIO UN BIGLIETTO: LI HO PRESI IO.

 

 

Postato da: penzogi a 01:59 | link | commenti (3) |

 

Non che io sia vegetariano, nè alieno, nè manipolatore, nè tiratardi, nè infeltrito, nè così è se vi appare, nè infastidito o di più infastitredita, nè allegorico ma oggi, per la prima volta ho avuto un’intuizione e

HO MANGIATO LA FOGLIA

Sarà che c’era poco sale, che era poco condita, che era nuda e cruda, che non sapevo la ricetta, che non avevo un contorno di carne, che mi ero già mangiato il fegato amaro, che la verità mi è pesante la sera

MA NON MI E’ PIACIUTA!

 

Postato da: penzogi a 01:11 | link | commenti |

30/03/2006
 

“A leggere il mio oroscopo di oggi ho capito che non sono nato quando mi hanno detto” (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 11:04 | link | commenti (11) |

 

OROSCOPO XL (su misura): Acquario e/o Pesci.

Quest’anno indipendentemente dal vostro segno particolare, è giunto il momento di lasciarvi alle spalle, oltre allo scialle, ogni dubbio sulla vostra paternità, soprattutto se siete una donna. Non pensate alle maldicenze di un Capricorno, è tutta gelosia. Fatevi gioco di un Sagitario, tenete l’Asso e il Donna di cuori e cambiate le altre tre carte. Non spaventatevi del ruggito di un Pesci, a volte vuol fare la voce grossa. Non fidatevi di una Bilancia, non è solo questione di mezze misure. Non viaggiate contromano con un Toro sperando che chi vi viene in contro è un Toro che viaggia in contromano. Non sottovalutate una Vergine, trattando sui centesimi. L’equilibrio è la vostra forza, la saggezza è la vostra risorsa, la bi è la vostra consonante, l’impertinenza il vostro neo sul collo. Se avete il fiato corto significa che state crescendo. Per tutto questo, aggiungendo anche tre biglie di cui una scozzese:

Prendete la vita nelle vostre mani, senza applaudire.

Se son rose avranno le spine.

A caval donato… e adesso dove lo metto? (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 09:10 | link | commenti (2) |

29/03/2006
 

DATEVI DELLE ARIE O, IN ALTERNATIVA, DELLE FETTE BISCOTTATE!

 Lizaveta foto di.

Oggi brilla anche il sole (meglio sole che…). E’ arrivata la primavera! Prendiamone atto. Quindi, si cambia! Si mettono via gli sci, si gioca senza catenacci, si sgonfia il piumino, ci si toglie il sassolino dallo stivale, si smette di correre ai ripari, ci si innaffia, si prendono le cose come vengono senza starci a pensare, si riprendono in mano i buoni propositi (solo i buoni propositi per il 2007 verranno tassati al 20%), si fanno progetti per le vacanze a medio termine (quest’anno non più di 10 giorni), si sfila la testa da sotto la sabbia, ci si lava i denti una volta di più per rispondere al sorriso della vita, si va in Comune per socializzare con l’assistente sociale, si cerca di non ricordare nulla per non dover bere. Dopo il 10 aprile, alla TV, si parlerà solo della prova costume (io ho preso il costume da Balanzone due misure più grandi in modo da non avere problemi). Con la primavera arriveranno le ultime novità sulle diete. La dieta a punti di sutura, la dieta del fantino, la dieta del digiuno, la dieta involontaria. Arriveranno le rondini appena avranno la certezza che è primavera, sboccerà l’allergia, si farà il cambio dell’armadio (chi può permetterselo), si scioglieranno i ghiaccioli, si indosseranno le T-shirt o, per chi non da troppo peso all’ago della bilancia, la XXL-shirt.

 Solo l’agnello, a Pasqua, vorrebbe essere lupo.”

“attenzione che il lupus in fabula, per colpa di cappuccettorosso, incontra il cacciatore e fa sempre una brutta fine.
e non dire rondine se non ce l’hai nel sacco, chè a volte son passerotti travestiti.
io tutti gli anni faccio il cambio degli armadi, il mio falegname infatti ha sei ville e una barca da 87 piedi.il timoniere è zoppo.
qui adesso è primavera, più tardi sarà secondavera..terzavera e così via fino all’ultimavera, alla fine della giornata.
domani idem.si ricomincia e si arriva all’estatatetuttifermi.
dopo il dieci aprile tutti i giorni un barile.
e devo fare una ricerca su google per capire se è meglio il barile pieno o la botte ubriaca.

ecco adesso ioguido fino alla città
a domani
forse “

 

Postato da: penzogi a 09:46 | link | commenti (4) |

28/03/2006
 

“Lo svantaggio di essere tra le nuvole è che a volte

ti senti mancare l’aria sotto i piedi”. (Guido Penzo©)

Se oggi uscite a prendere una boccata d’aria ricordatevi di metterla in frigorifero quando tornate. Se conservata bene potrebbe durare fino a tre giorni. Se invece è aria viziata, cambiate aria! (Non è tutto ossigeno quello che luccica).

 

Postato da: penzogi a 12:39 | link | commenti (5) |

27/03/2006
 

Una volta mangiavo per dimenticare e bevevo per ubriacarmi, oggi mi basta leggere Libero.  

Che stress fare la dieta che difende dallo stress. 

È provato: alcuni cibi hanno un’azione ingrassante, altri dimagrante, altri ancora lasciano il peso che trovano. Ecco quali i primi, i secondi ed i contorni e perché possono darci una mano nella «vita moderna». 

 

Problemi sul lavoro? Mobbing è la nuova parola che avete imparato oggi? Non trovate parcheggio da cinque giorni? I vestiti della prima comunione vi vanno stretti? La vicina si è allontanata? Vi trovate in alto mare e non vi ricordate com’è successo? Di fronte a situazioni come queste si può reagire in diversi modi: fare shopping sfrenato, passare col rosso al semaforo, tuffarsi a capofitto dal settimo piano, aiutare il postino a distribuire le lettere, accendere la luce per mettere le cose in chiaro oppure mangiare di più e sentire il bisogno di particolari cibi. Con il rischio, però, di ritrovarsi in soprappeso, al verde, col braccio rotto e i sogni infranti (ecco cos’era il rumore che vi ha svegliato mentre sognavate!). Lo dimostra uno studio pubblicato dall’International Giournal of Destiny e condotto in Turchia su circa 200 lavoratori di una industria tabacchiera: in questi l’obesità è risultata associata allo stress psicologico dovuto ai risultati altalenanti della squadra di calcio, all’eccessive richieste di paghetta dei figli e alla scarsa possibilità di controllo sulla propria moglie. Tuttavia, non tutti reagiamo allo stesso modo. Lo ha evidenziato una ricerca statunitense, pubblicata da Ultra30’s, su 76 donne davanti alla tv all’ora in cui avrebbero dovuto fare i mestieri di casa: coloro che in risposta a situazioni di tensione generata dalla trama della soap presentavano livelli più elevati di cortisolo (l’ormone “dello stress” per eccellenza) introducevano più calorie e mangiavano significativamente più cibi dolci, rispetto a coloro che producevano meno cortisolo e bevevano di più per immedesimarsi nel protagonista. A seguito di ciò, l’alimentazione può essere uno dei cardini del trattamento dello stress e può ridurre alcuni sintomi di chi è stressato: problemi a digerire la vita, dolori dell’anima, affaticamento, disturbi del sonno. Chi riesce a migliorare l’alimentazione, a passare sulle strisce senza essere investito, a fare la spia senza essere scoperto, a entrare nella Casa delle Libertà senza citofonare, inoltre, diventa consapevole di poter realizzare obiettivi nuovi e questo può aiutare ad affrontare meglio anche lo stress, concedendosi, a volte, anche un buon panino col salame. Bisogna evitare, invece, che il cibo diventi il rifugio abituale, perché, a lungo andare, non ci saranno più posti liberi. (Guido Penzo) 

 

Postato da: penzogi a 13:10 | link | commenti (11) |
si scrive

 

io aderisco a 

RESPIRO DI MENO 2006 

 

di Guido Penzo
1/4/2006
Scritti da voi
Respiro di meno 2006

 

Dopo il successo dell’anno scorso, anche quest’anno il 1 aprile 2006 la PidiA rilancerà il proprio impegno per la salvaguardia del pianeta terra organizzando: “Respiro di meno”, la terza Giornata Nazionale dell’Aria Fritta. Per quella data chiediamo a tutti i lettori di adoperarsi affinché si riesca a risparmiare la maggiore quantità possibile di aria nel corso delle 24 ore. Impegnatevi a sgonfiare i palloni gonfiati! Date fiato alle trombe! Andare in apnea è più facile a farsi che a dirsi! Come è già successo il 1 aprile del 2005, si potrà partecipare come semplici cittadini, come cittadini complicati, come soci sostenitori, come comuni, come originali, come province, regioni, aziende, negozi, uffici non ufficiali, squadre di pallavolo e/o basket, radio, tungsteno, industrie, tv, condomini, edicole, monumenti, opifici, musei, cinema,  altro. Quello che chiediamo è di trovare un modo affinché il 1 aprile si riesca a convincere più gente possibile a non respirare. Le trovate più geniali, gli eventi più spettacolari, i gruppi di risparmio più numerosi e incisivi verranno premiati con una boccata d’aria offerta da un noto sponsor del settore. Alcune amministrazioni hanno già comunicato di aderire invitando i propri cittadini a trattenere il respiro il più a lungo possibile: il 1 aprile dello scorso anno,  restarono a bocca aperta e col fiato sospeso centinaia di migliaia di persone. La novità di quest’anno riguarda l’ampliamento del raggio di azione:  Si potra trattenere il respiro pur rimanendo in coda alla Posta, cercando di non respirare alla guida dell’auto o rimanendo muti al telefono.  L’unico modo per cambiare radicalmente aria e le prospettive di vita del pianeta terra è quello di darsi da fare in prima persona, cambiare il proprio stile di vita e convincere altri a non respirare, almeno per un giorno, e cosa sarà mai! A garanzia della serietà dell’iniziativa anche quest’anno veglieranno su di noi i tre esperti scientifici: Maurizio Tossi, Gianni Accade e Franco Stamini.  

 

Il primo aprile 2006 trattieni il fiato, respira di meno, ossigena di più i tuoi pensieri. 

 

 

ADERITE, ADESIVATE, COPIOINCOLLATE, DIFFONDETE (Se volete). 

 

Io aderisco cercando di sbadigliare il meno possibile, il 1 aprile 2006. 

 

Sospireranno meno:

 

Postato da: penzogi a 10:54 | link | commenti (17) |
respiro meno 2006

 

 

Indagato il braccio destro di Formigoni? La notizia ha fatto tremare il suo piede sinistro. “Cercate la mente” ordina il Magistrato.

 

Postato da: penzogi a 10:20 | link | commenti |

 

 

foto di Francesca Ferrari

 

Postato da: penzogi a 10:08 | link | commenti (1) |

24/03/2006
 

E’ giunto il momento di dare un chiaro segnale (orario).

Domenica torna l’ora legale. “C’è d’aver paura” ha chiesto prima di rientrare in Italia. Poi si è informata sul clima politico “E’ vero che da voi non è ancora arrivata la primavera (dei garofani)?”. Nel frattempo si fanno più meticolosi i controlli sulle coste del Mediterraneo “Ogni forma d’ora illegale o extracomunitaria sarà fatta ripartire” ha dichiarato il Ministro degli Interni. “Nessuno ci obbligherà a spostare le lancette indietro” tuona però l’opposizione contro chi vuole invertire il corso della storia (mentre Corso Vittorio Emanuele rimarrà invariato). In attesa di domenica io mi sdraio (prendendo posizione).

 

Postato da: penzogi a 14:32 | link | commenti (6) |

 

Mi è venuto il fiatone a forza di star dietro ai TEMPI CHE CORRONO.

1) “Bisogna abbassare i toni” ha detto il Presidente, ci sono i bambini che dormono! 2) Oggi ho cercato la terza pagina delLa Repubblica e l’ho trovata a pagina 59. 3) Ho cercato quella bella figurina per finire l’album, ma ho trovato la brutta figura di Giovanardi. 4) Ho cercato il caimano sull’enciclopedia illustrata degli animali e l’ho trovato al cinema. 5) Oggi piove “Speriamo che non danneggi la sinistra” avrebbe detto Prodi.

6) “Ho cercato di dividere le acque quando ho capito che stavano per venire alle mani”. (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 13:10 | link | commenti (2) |

 

Ci sono SCRITTORI e scrittori e scrittori e qualche scrittrice. Tra i primi c’è Julio Cortazar. Anch’io ho avuto tanto amore per Glenda (tra le mani) e mi ha segnato (quando Lia l’ha saputo). Adesso esce:

Titolo Il giro del giorno in ottanta mondi
Autore Cortázar Julio
Prezzo € 17,00
Dati 304 p., ill., brossura
Anno 2006
Editore Alet Edizioni
Collana Diorami

 

L’ho già messo nell’elenco delle cose da leggere, dopo la ricetta per avere successo ma prima del calendario per capire che giorno è il 15 aprile.

 

 

 

 

Postato da: penzogi a 10:19 | link | commenti (3) |

 

NIENTE DI PIU’ E NIENTE DI MENO DI QUELLO CHE NON VOGLIO DIRVI. 

Mi notano di più se non parlo o se parlo ma non dico niente? Mazza come uno dei personaggi di ecce bombo. Mi si nota di più se mangio con le mani o se mi autocensuro?   

 

Mazza: “Al Tg2 non si parlerà del Caimano”.   

 

Una forma di autocensura. “E’ pieno di citazioni su Berlusconi”, non si nomina mai la Banda Bassotti, Zagor o Gargamella, solo una nascosta citazione per Diabolik. 

 

 

ROMA – Il direttore Mauro Mazza ha annunciato con un editoriale in onda giovedì sera sul Tg2, che il telegiornale da lui diretto non darà alcuna informazione sul nuovo film di Nanni Moretti, «Il Caimano». Una forma di «autocensura», dopo la diffida dell’Autorità per le Tlc ad alcuni tg.
”Dovete sapere – ha spiegato Mazza nel corso del Tg2- che il film di Moretti è pieno zeppo di allusioni e citazioni riferite o riferibili a Berlusconi”. Ora, non essendo annunciato nelle prossime ore nessun film con citazioni o allusioni riferite o riferibili a Gargamella, a Nerone, a Nettuno, a Capitan Miki o a qualunque altro personaggio del mondo della cotta fantasia o della cruda realtà il tg2 ha deciso di non occuparsi di questo film. «Un po’ ci dispiace operare questa forma di autocensura -conclude Mazza- È la prima volta. Speriamo anche l’ultima. Chi vorrà saperne di più può trovare altrove tutto e di più sul Caimano. Il tg2 non lo farà. Del resto, come diceva Max Weber,
chi vuole delle visioni del mondo, vada al cinema».

 

Postato da: penzogi a 08:57 | link | commenti (2) |

23/03/2006
 

L’umorismo (secondo Lui)

Viva l’umorismo vero
e viscerale
bello lurido e santocarnale
crasso unto rigoglioso e lieve
fatto di foco e neve
un vento per quattro stagioni
che sogghigna sussulta s’alza
gorgoglia di panza
si placa ondeggia
dileggia
riparte in punta di riso poi esplode e si
squassa
a grancassa mozza il respiro
fa il giro da cima al mare
finché l’ilare sussulto si calma.
E cominci a pensare.

 

Io credo, credo che l’umorismo aiuti all’umore, che possa farlo cambiare (se abbiamo tenuto lo scontrino), che serva invece di porgere l’altra guancia, che consoli quando la pasta è scotta (basta lasciarla raffreddare), che porta la luce nel profondo dell’anima, dove la prolunga non arriva. L’umorismo è il sole della vita, è il piacere di tutti oltre quello di D’Annunzio (carnale), è il bicchiede d’acqua fresca mentre aspetti il verde, è l’inciampo del senso quando sei in ritardo (e pensi che è meglio in ritardo che morto), è la frase fatta che non hai mai pensato, è l’intuizione quando non c’è più nessuno intorno a dirti bravo, è la solitudine del solipsista (finalmente ho usato questo termine), è l’anima del commerciante di palloncini gonfiati, è la capacità in litri, è una poesia come quella sopra, che avresti voluto scrivere ma anche leggere va bene lo stesso.

 

Postato da: penzogi a 16:46 | link | commenti (2) |

 

Quando s’inizia poi non sempre si sa dove the end.

Se c’è una cosa che non mi piace, a parte i toni in Tv e il rigore di Toni a Cagliari, a parte aspettare da una parte mentre tutto succede dall’altra, a parte o non parte puntuale…se c’è una cosa che non mi piace è sapere le cose dopo che sono successe (indipendentemente se hanno avuto successo). Per esempio, ho scoperto solo oggi che il 17 marzo era l’ ultimo giorno per aderire all’offerta promossa da Bluegroup holding sulle ordinarie Fullsix a 8,14 euro per azione. Niente in contrario, ma saperlo prima uno ci poteva pensare (io Penzo). Allora: è meglio non sapere pensando di non sapere ciò che non è necessario sapere? O sapere anche quello che ormai è tardi sapere? Cercare di sapere il più possibile sapendo che non si può sapere tutto? Far finta di non sapere se non si può fare nulla? Aspettare in casa che citofonano per dire? Come al solito non ho la risposta in tasca, nè nel cassetto della scrivania. So di non sapere…dove si trova la risposta, dove potermela procurare e dove, una volta ottenuta, custodirla. Ma certo è che voglio sapere, decidendo poi io cosa tenere a mente e cosa tenere in box. Concludendo: se avete notizie che credete possano servirmi, servitemele! Oppure no, ma non citofonatemi alle 2 di notte facendo finta di aver sbagliato. Io so chi siete, chi vi ha organizzato e chi vi ha segnato sulla piantina della città il mio indirizzo, “scompassati di sinistra!” vi tengo d’orecchio Qui, Quo o the end Qua!

 

Postato da: penzogi a 15:16 | link | commenti (2) |

 

L’esplodere delle liti familiari preoccupa Bush

ALLARME USA PER GLI ECCESSI TV (Non si parla di Berlusconi)

Il Dipartimento di Stato: possibili violenze tra moglie e marito davanti alla TV, l’allerta da Roma.  

 

WASHINGTON – «Americani in Italia non mettete il dito tra moglie e marito». Questo l’allarme lanciato improvvisamente dal Dipartimento di Stato in concomitanza con l’eliminazione di Mastelloni dalla “Fattoria” e l’inizio di Music Farm. In un pubblico comunicato, l’amministrazione ha invitato ieri i suoi cittadini nel nostro Paese «a controllare ogni emozione e a non parteggiare per la Ricciarelli o per la Lucarelli e a non sostenere Califano, protagonisti nei rispettivi reality», evocando lo spettro delle violenze da parte di Zechila e Pappalardo a Domenica In, chiede di non prendere posizione davanti alla Tv, “Sono beghe italiane, tipiche di Amici”.
L’allarme, che potrebbe danneggiare il turismo in Italia, rimarrà in vigore fino alla conclusione di Amici e riprenderà con La Talpa 3, a meno che il nostro governo non prema perché sia revocato. L’iniziativa del Dipartimento di Stato sembra che sia scaturita da consultazioni con l’ambasciata Usa a Roma, da quello che si vede sui monitor del governo italiano, dalla «necessità di audience» e – come dice il documento – dalla possibilità prospettata che il Moige prenda posizioni radicali e passi alle vie di fatto contro Mammuccari. Il comunicato, preparato già l’altro ieri, è il primo dalla scorsa estate su di un Paese europeo alleato: i precedenti, una dozzina, riguardavano liti condominiali e per questioni di viabilità all’interno della cerchia dei Navigli. Mediaset, dopo la multa di 200.000 euro a Rete 4 per inparcondicio, starebbe pensando all’espulsione di Raffaele, dalla trasmissione della De Filippi, che tanto ha diviso Platinette dal pubblico parlante presente in studio e il pubblico adulto da quello adolescente che lo vota al telefono. “Secondo me vince Rita” avrebbe dichiarato, gettando acqua tonica sul fuoco, il Ministro Prestigiacomo alla vigilia della puntata finale, pensando ancora alle quote rosa. Tiepide le reazioni di Petruccioli, intorno ai 22 gradi. (Guido Penzo©)

 

Postato da: penzogi a 11:59 | link | commenti (5) |

22/03/2006
 

 

Titolo L’ anticiclopedia. Il più divertente e inaspettato repertorio di notizie serie, semiserie e curiose
Autore Haigh Gideon
Prezzo € 19,00
Dati 218 p., brossura
Anno 2006
Editore Orme Editori

E’ come l’anticiclone o come il paracompendio? A domani l’arguta risposta.

 

Postato da: penzogi a 17:34 | link | commenti |
si legge

 

 NO AL DIVIETO DI SIESTA IN DOPPIA FILA.   

Il 15 marzo le Nazioni Unite hanno invitato i cittadini del mondo intero a riflettere sui pregi del riposo. 

Perchè non l’ho saputo? Dormivo?   

 

 

     Il 15 marzo (Giornata del sonno) le Nazioni Unite hanno invitato i cittadini del mondo intero a riflettere sui pregi del riposo: dormiamo bene? Dormiamo in piedi? Dormiamo con un occhio chiuso ed uno aperto? Quando dormiamo, prendiamo posizione? I sogni son desideri? Ci vuole un pizzico di zucchero?”. A tal proposito Napoleone, un genio nell’arte della regolamentazione, diceva che gli uomini dormono sei ore, le donne sette e gli idioti otto. Se poi pensiamo che il sonno della ragione genera mostri, non ci rimane che prendere i pesci congelati al supermercato (chi dorme…).   

Assume allora un’importanza rilevante la siesta “un elemento essenziale per il vostro equilibrio. Tanto da essere diventata obbligatoria in molti paesi asiatici”. Ma prima di partire per andare all’estero a godere la siesta in santa pace abituiamoci a conoscerla e a frequentarla anche a casa nostra (o nel nostro ufficio). Soprattutto dopo mangiato, dopo il caffé e prima delle chiacchiere per tirar tardi, lasciamoci andare ad una pausa di riflessione, sediamoci comodamente lontano da fonti attive, incrociamo le braccia sulla scrivania, sul tavolo, sulla parete di fronte a appoggiamoci sopra la testa scevra da ogni preoccupazione. Pensiamo a quanto bello sarebbe essere altrove, senza modello unico da compilare, senza tassa dei rifiuti da pagare, senza pensare a cosa cucinare questa sera. Solo dopo molti tentativi, quando avrete imparato a trasportarvi col pensiero su una spiaggia caraibica e avrete convinto il vostro collega a soffiarvi come una leggera brezza, sarete pronti per passare da una comune siesta ad una rara sectima (siesta che va oltre l’orario d’uscita dal lavoro, straordinario compreso). (Guido Penzo©) 

 

Postato da: penzogi a 14:37 | link | commenti (1) |

 

Aiuto. Vorrei fare gli occhi dolci, ma non trovo più la ricetta.

Al forno o fritti? Quanta farina? Uovo all’occhio di bue, poverino? Quando si capisce che la panna e cotta, quando le vengono le caldane? Quanti posti a tavola per quattro persone? Olio di semi vari o qualcuno in particolare? Gallina vecchia fa buon brodo, ma io preferisco quando fa i dolci! Perchè a me le ciambelle riescono sempre col buco mentre non riesco mai a fare un buco nell’acqua? Tempo di cottura 11-13 minuti. Essere più precisi? A me piace la cucina spagnola anche se l’avrei preferita più grande. Calde o arroste? Zucchero al velo o un velo di zucchero? Per fare colpo in cucina meglio una riuscita guarnizione o una forte martellata? Chi mi da dei consigli?  

 

 

Postato da: penzogi a 12:57 | link | commenti (5) |

 

O ROSCOPO O LA VITA.

Il problema non è se io leggo l’oroscopo ma se il destino lo legge. Il secondo problema non è se io credo all’oroscopo ma se chi lo scrive ci crede. Perchè a leggere chi ha scritto l’oroscopo (uno dei best-read quotidiani): “Buttatevi alle spalle inibizioni e complessi, se volete cogliere quanto di meglio ha da offrire la giornata di oggi: le occasioni che vi passeranno sotto il naso non si addicono alle persone tiepide. Usate la fantasia per creare detersivi“. Detersivi? Fermi tutti, ho riletto: diversivi! Quindi una giornata positiva se butto alle spalle i complessi e se colgo le occasioni che passeranno sotto il naso. A monte, per complessi s’intenderà…di colpa, d’inferiorità, di Pitagora (complesso di chi vede solo problemi) giusto? E le occasioni saranno piccole abbastanza per “passare sotto il naso” senza intralciare il traffico, giusto? Oppure io non sono nato quando mi hanno detto! In attesa che quanto soprà accada…

 

 

Vorrei non essere preso per i fondelli, mi faccio troppo male.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...